'Variante Omicron: quali sono i sintomi insoliti a cui fare attenzione?

Variante Omicron: Moderna prepara il “super booster” ma quali sono i sintomi insoliti a cui fare attenzione?

Nuovo vaccino Moderna contro la variante Omicron.

di , pubblicato il
contagi covid

La variante Omicron è arrivata anche in Italia e in Europa e ora il tema terza dose di vaccino si fa molto caldo. Sia Pfizer che Moderna stanno aggiornando i vaccini contro il nuovo ceppo, che dovrebbero essere pronti entro sei settimane ma per la commercializzazione si potrebbe arrivare a 100 giorni.

Nuovo vaccino Moderna contro la variante Omicron

Al momento, della variante Omicron si sa ancora poco. Secondo l‘Istituto superiore di sanità non ci sono evidenze che causi una malattia più grave ma sicuramente potrebbe essere più contagiosa. Al momento è la variante Delta a rimanere prevalente a livello globale ma quello che si vuole evitare, appunto, è che tra qualche mese sia la nuova variante Omicron a prendere il sopravvento.

Paul Burton, capo della divisione medica della casa farmaceutica Moderna, ha dichiarato che ci vorranno fino a tre mesi per la produzione del vaccino specifico contro la nuova variante. Al momento, Moderna sta lavorando ad un vaccino che contiene una dose più alta del booster già esistente e un vaccino specifico contro Omicron:

“Per ora ci sono ancora domande chiave a cui gli studi devono dare risposta sulla trasmissibilità della nuova variazione e la sua potenziale gravità. Purtroppo riteniamo che la mutazione sia altamente contagiosa ma non sappiamo ancora molto sulla severità della malattia indotta da Omicron e se sia possibile contenerla con i vaccini già sul mercato”.

A quali sintomi bisogna fare attenzione

La nuova variante sudafricana, intanto, continua a far paura. Ma quali sono i sintomi insoliti a cui bisogna fare attenzione? Oltre ai classici sintomi come febbre, tosse, mal di gola, mal di testa, naso che cola, dolori muscolari, perdita di gusto e olfatto, nausea, vomito, diarrea, fatica, mancanza di respiro e confusione, secondo Angelique Coetzee, presidente della South African Medical Association (SAMA), questa variante può presentare sintomi insoliti ma lievi.

Si tratta di sintomi leggeri presenti per un giorno o due come dolori muscolari, stanchezza, mal di testa, prurito in gola, raffreddore e lieve tosse:

“I sintomi non coincidono con quelli della Delta che abbiamo visto fino a dieci settimane fa. Abbiamo deciso di testarli perché erano simili a quelli di un’infezione virale. Le persone infette non subiscono la perdita del gusto o dell’olfatto. E finora nessun paziente affetto da Omicron è stato ricoverato. Non abbiamo mai riscontrato effetti gravi. La cosa interessante è che i pazienti con forti dolori alla gola sono poi risultati tutti negativi”

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, però, bisogna capire se questa variante è più contagiosa e se può avere o meno gravi conseguenze.

Vedi anche: Covid-19, variante sudafricana Omicron: controlli in aeroporto, tracciamento, quarantene, ecco le misure per contrastarla

Argomenti: ,