'Variante Omicron, ecco dove si sono registrati i casi in Italia

Variante Omicron, ecco dove si sono registrati i casi in Italia e il piano B del premier Johnson

Variante Omicron, ecco dove si sono registrati i casi in Italia e il nuovo piano B di Johnson per salvarsi dalla variante sudafricana.

di , pubblicato il
Nuova variante indiana

La variante Omicron avanza anche in Italia e secondo gli ultimi dati di ICoGen gestita dall’Istituto superiore di sanità, sono almeno 13 i casi confermati al giorno 8 dicembre, ma ovviamente potrebbero essere molti di più.

Variante Omicron, ecco dove si sono registrati i casi in Italia

7 casi sono stati confermati in Campania, 3 casi in Veneto e 1 in Piemonte, Sardegna e Bolzano. Di questi 13 casi, almeno 12 sono importati o contatti di importati. Nelle ultime ore è anche arrivata la conferma di tre casi di variante Omicron. L’assessore alla sanità regionale Alessio D’Amato ha detto che si tratta di: “due donne, una proveniente dal Sudafrica con un volo dell’Ethiopian Airlines e diretta in provincia di Macerata. La seconda proveniente dalla Francia (Parigi) e residente nel Lazio. Il terzo è un uomo, un militare della Nigeria in missione e di rientro nel proprio Paese. I tre stanno bene e sono in isolamento”.

La situazione in Europa e il piano B del premier Johnson

Anche in Europa la variante Omicron avanza. Solo nelle ultime 24 ore, si sono registrate 63 casi nell’Unione Europea come riporta il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). In tutto, da quando la variante Omicron è arrivata in Europa, sono stati confermati 337 casi con 21 paesi in cui ormai è presente. La Danimarca, con 83 casi, è il paese con più contagi, subito dopo si trovano Olanda e Portogallo. I numeri, però, sono destinati a crescere come ha sottolineato il presidente dell’Oms Tedros Ghebreyesus anche perchè con questa variante c’è anche il pericolo di reinfezione.

Nonostante tutto, dai primi dati, anche se servono ancora riscontri, sembra che la variante sudafricana provochi una malattia meno grave con sintomi più lievi anche se i contagi sono maggiori.

La terza dose di vaccino, inoltre, dovrebbe neutralizzarla. Quasi tutti sono concordi nel ritenere che nel giro di pochi mesi la variante Omicron soppianterà la Delta e diventerà il ceppo dominante. Nel frattempo Boris Johnson ha deciso di imporre nuove restrizioni in Gran Bretagna. Per contrastare l’avanzata della variante Omicron il premier inglese ha annunciato l’obbligo di lavorare da casa il più possibile, l’estensione della mascherina al chiuso e l’introduzione del Green Pass per discoteche e grandi eventi.

Vedi anche: Variante Omicron, individuato il vaccino che la distrugge dopo la terza dose

Argomenti: ,