'Variante Omicron: terza dose dopo tre mesi e via con la quarta in estate

Variante Omicron, cosa succederà da gennaio? Terza dose dopo tre mesi e via con la quarta

Terza dose dopo tre mesi e via con la quarta con la variante Omicron.

di , pubblicato il
Nuova variante indiana

Entro la giornata di oggi dovrebbe arrivare la flash survey dell’Iss sulla variante Omicron. In Gran Bretagna il nuovo ceppo sta diventando dominante, in Olanda è stato deciso per un lockdown fino al 14 gennaio a causa della quarta ondata. L’Europa, insomma, è blindata mentre la variante africana avanza e ogni 2 giorni i casi raddoppiano.

Terza dose dopo tre mesi e via con la quarta con la variante Omicron

Con la pubblicazione della nuova indagine dell’ISS, si saprà con maggiore certezza se davvero Omicron buca o meno i vaccini e soprattutto come si diffonde e se davvero causa una malattia meno grave rispetto alla variante Delta.
Intervistato da Spiegel, Ugur Sahin, il fondatore di BioNTech, ha dichiarato che due dosi di vaccino non proteggono sufficientemente da Omicron: “Se la variante, come appare, si diffonderà ulteriormente, sarebbe sensato dal punto di vista scientifico offrire una terza dose già dopo tre mesi”. Si prevede addirittura una quarta dose da somministrare a partire dall’estate, un vaccino adattato alla variante Omicron.

Secondo uno studio dell’Imperial College di Londra, con solo due dosi di vaccino la protezione contro la variante Omicron viaggia tra lo 0 e il 20%, numeri bassissimi che però hanno bisogno di approfondimenti.

Che cosa accadrà a gennaio

Intanto, a causa della variante Omicron, gennaio rischia di essere un mese molto difficile con moltissimi contagi e un quadro critico. A sottolinearlo è stato Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza ad Agorà:

“Gennaio sarà un mese particolarmente problematico. Nelle scuole la variante Omicron trova una prateria sconfinata. A gennaio la crescita di Omicron si sommerà con tutti gli incontri e gli assembramenti che si verificheranno durante Natale”

Nel frattempo, il governo sta studiando il nuovo decreto Natale, che prevede il ritorno della mascherina all’aperto, il Super Green Pass anche per centri commerciali, tampone ai vaccinati per grandi feste ed eventi, da gennaio l’estensione del Super Green Pass per i trasporti a lunga percorrenza e l’obbligo vaccinale per i dipendenti della pubblica amministrazione e per alcuni lavoratori del privato a contatto con il pubblico.

Vedi anche: Variante Omicron più veloce della Delta, vaccini non bastano: nuove misure e incubo lockdown nel 2022

Argomenti: ,