Variante Omicron anche in Italia: possibili restrizioni sui viaggi e doppio tampone

Nuova variante sudafricana Omicron, timore in Europa.

di , pubblicato il
positivi

Dopo la variante Delta, ora a preoccupare è la nuova variante sudafricana Omicron, trovata anche in Italia in un dipendente Eni di Caserta di ritorno dal Mozambico, che prima di tornare a casa in Campania ha viaggiato anche in Lazio e Lombardia. E non solo, nelle ultime settimane sono arrivate in Italia dal Sudafrica 1.700 persone e ora si sta cercando di ricontattare tutti.

Nuova variante sudafricana Omicron, timore in Europa 

La variante Omicron preoccupa non poco l’Europa, dopo i primi casi accertati non solo in Italia ma anche Belgio e Gran Bretagna. La paura è che questa variante possa diffondersi maggiormente rispetto alla variante Delta e Delta plus di cui si parlava ormai da mesi. Oltre ad una maggiore contagiosità, c’è timore che questo ceppo originario del Sudafrica possa bucare i vaccini.
Gli esperti, in ogni caso, invitano alla calma anche se con l’arrivo delle festività natalizie il timore di restrizioni e chiusure a causa di questa variante restano alte. Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, in un’intervista a La Stampa, ha ribadito che in questo momento è fondamentale restare calmi e capire se i vaccini sono efficaci anche contro questa variante:

“Se tra i suoi contatti non ci fossero contagiati, non avremmo ripercussioni e non cambierà molto. Al contrario, in caso di altri contagiati sull’aereo e tra i 5 familiari con cui è tornato, sarebbe tutta un’altra questione”

Possibile doppio tampone e quarantena

La variante Omicron, infatti, potrebbe essere più contagiosa ma non eludere i vaccini, per questo motivo è importante vaccinare il più possibile e fare anche la terza dose. Se davvero questa variante, secondo Sileri, è in grado di eludere i vaccini allora bisognerà aspettare 3 mesi per riprogrammarli ma nel frattempo sarà fondamentale valutare delle strategie a livello europeo.

Tra queste, si potrebbe valutare l’obbligo di doppio tampone all’ingresso e la quarantena per chi arriva dai paesi dove ci sono focolai. Secondo Sileri è importante capire se i tamponi la rilevano. Insomma, ancora troppi nodi devono venire al pettine su questa nuova variante che fa tremare nuovamente il mondo.

Vedi anche: Vaccini e variante Omicron, quelli attuali coprono dal nuovo virus? Non è detto

Argomenti: ,