Variante Delta Covid in Italia, agosto 2021 col brivido tra vacanze e incubo zone gialle

Variante Delta Covid in Italia, agosto 2021 col brivido tra vacanze e incubo zone gialle. Ecco cosa sta succedendo, ma soprattutto cosa potrebbe succedere anche prima del ritorno dalle ferie.

di , pubblicato il
Variante Delta Covid in Italia, agosto 2021 col brivido tra vacanze e incubo zone gialle

Variante Delta Covid in Italia, agosto 2021 col brivido tra vacanze e incubo zone gialle. Il mese di agosto del 2021, in Italia, sarà quello di picco per i flussi turistici. Ma potrebbe essere pure quello di un nuovo picco per le infezioni da coronavirus. Proprio a causa della variante Delta Covid che anche nel nostro Paese, a conti fatti, è quella prevalente. Al punto che già entro agosto alcune regioni italiane potrebbero passare dalla zona bianca alla zona gialla.

Nonostante siano stati rivisti di recente i parametri per il cambio di colore. Non più basati sul numero dei contagi, in rapporto alla popolazione, ma sui tassi di ospedalizzazione. Ovverosia, in base al numero di posti letto occupati per Covid in terapia intensiva e nei reparti ordinari degli ospedali.

Variante Delta Covid in Italia, agosto 2021 col brivido tra vacanze e incubo zone gialle

In base all’attuale trend dei contagi, sono tre al momento le regioni italiane che rischiano di più. Ovverosia, rischiano il ritorno alla zona gialla. Si tratta, nello specifico, della Sicilia, della Sardegna e del Lazio. In quanto sono le tre regioni italiane che, sempre al momento, presentano per i contagi da Covid-19 l’indice Rt con il tasso di crescita più elevato.

La variante Delta Covid in Italia, tra l’altro, già da alcune settimane ha fatto abbassare di molto l’età media dei contagiati. Questa variante, infatti, si propaga principalmente tra i giovani e tra le persone non immunizzate. E tra quelle che non hanno ricevuto nemmeno la prima dose del vaccino.

Bollettino Covid di venerdì 30 luglio del 2021, nuovo aumento dei contagi

La variante Delta Covid in Italia ha portato a 6.619 nuovi casi giornalieri in accordo con il bollettino di venerdì 30 luglio del 2021 diramato dal ministero della Salute.

Con 18 decessi e con un tasso di positività giornaliero che si è attestato al 2,67%.

Rispetto al giorno prima, i ricoveri in terapia intensiva sono aumentati di 7 unità, e di 82 unità i ricoveri nei reparti ordinari degli ospedali. In accordo con i dati resi noti da Silvio Brusaferro, portavoce del Comitato Tecnico Scientifico, attualmente l’età media dei contagiati in Italia è scesa a 27 anni. Mentre l’età media dei ricoverati per Covid è scesa a 49 anni.

Argomenti: , , ,