Vaccino contro raffreddore: cos’è, come funziona e quando sarà disponibile

Vaccino per il raffreddore: ricercatore sta brevettando una vaccinazione contro la rinite, quando sarà in commercio e come funziona?

di , pubblicato il
Vaccino per il raffreddore: ricercatore sta brevettando una vaccinazione contro la rinite, quando sarà in commercio e come funziona?

Il vaccino per il raffreddore diventa realtà? Da sempre si parla di cure contro il raffreddore, uno dei sintomi più comuni dell’influenza o malanno a sé, che provoca naso colante, starnuti e malessere. In un futuro non troppo lontano la banale rinite potrebbe essere direttamente bloccata grazie ad un vaccino ideato da uno studioso austriaco, Rudolf Valenta, che ha brevettato una sorta di antidoto contro una delle malattie da raffreddamento più comuni durante la stagione invernale. Vediamo cos’è e quando sarà disponibile.

Quando sarà in commercio e come funziona

Il vaccino contro il raffreddore potrebbe essere già commercializzato tra sei anni. Una data neppure troppo lontana se si pensa che la vaccinazione avrà come scopo quella di attaccare il guscio esterno del microrganismo e riuscire così a sconfiggere i 99 ceppi sperimentati di rinovirus. Il ricercatore ha spiegato a The Independent che il nostro organismo non è in grado di sconfiggere il rinovirus, in quanto attacca solo quello soggetto a mutazioni, mentre il vaccino in studio potrebbe essere in grado di affrontare anche quei ceppi coinvolti nella trasformazione.

Tutto ciò potrebbe essere appurato grazie ad una proteina di trasporto da collegare al guscio del virus. Al momento non c’è una data precisa per la commercializzazione dell’antidoto anche se potrebbe già essere in commercio tra sei oppure otto anni. A frenare gli entusiasmi ci ha pensato Jonathan Ball, virologo dell’Università di Nottingham, il quale ha spiegato che è ancora presto per poter approvare il brevetto, considerando che i rinovirus sono estremamente variabili, si rinnovano e ne esistono oltre cento ceppi diversi che si instaurano nel nostro organismo provocando infezioni persistenti.

Sintomi del raffreddore

Solitamente il raffreddore si manifesta con scolo nasale, sensazione di naso tappato, mal di testa, starnuti, malessere e nei casi più complicati anche febbriciola, mal di orecchie e interessamento di gola con tosse. Al momento, non esistono cure definitive, oltre agli antipiretici o antinfiammatori che però non hanno specifiche capacità contro il raffreddore, proprio per questo la vaccinazione potrebbe rappresentare un grande passo avanti per evitare questo disturbo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,