Vaccino obbligatorio a scuola? Dopo il Green Pass la stretta per il ritorno in presenza

Vaccino obbligatorio a scuola? Dopo il Green Pass la stretta per il ritorno in presenza. Game over per No-Vax e negazionisti? Ecco cosa potrebbe accadere già nelle prossime ore.

di , pubblicato il
Variante Delta

Arriva il vaccino obbligatorio a scuola? Dopo il Green Pass la stretta per il ritorno in presenza arriva direttamente dal Governo italiano. Con il ministro della Salute Roberto Speranza che, non a caso, non ha escluso l’obbligo vaccinale in vista dell’anno scolastico 2021-2022. E questo al fine di garantire la partenza del prossimo anno scolastico con gli studenti in presenza.

Scongiurando così ogni rischio di ripristino della didattica a distanza. Nessuna ipotesi è esclusa, secondo il ministro Speranza intervenuto su Rete4 a ‘Controcorrente‘. E quindi, dopo aver disciplinato l’uso del Green Pass, il Governo Draghi sarebbe pronto all’introduzione di nuovi obblighi per la ripartenza delle scuola in sicurezza. A partire proprio dal vaccino obbligatorio a scuola.

Vaccino obbligatorio a scuola? Dopo il Green Pass la stretta per il ritorno in presenza

Mentre da un lato in Italia sale il tasso di positività al Covid, e dall’altro non si placano le proteste sull’obbligo della certificazione verde. Per oggi, martedì 27 luglio del 2021, è infatti attesa a Roma la protesta di #IoApro, un movimento che è composto in prevalenza da esercenti e da ristoratori che si sono dati appuntamento nella Capitale in piazza del Popolo.

Dopo che, invece, la Questura di Roma ha negato il sit-in del movimento #IoApro davanti Montecitorio per protestare, tra l’altro, contro l’introduzione del Green Pass per sedersi ai tavoli di bar e ristoranti al chiuso. Ma con il vaccino obbligatorio a scuola, se così sarà, potrebbero esserci altre proteste. Stavolta da parte di mamme, docenti e personale della scuola che non vuole fare il vaccino.

Bollettino Covid del 26 luglio 2021, il tasso di positività schizza al 3,5%

Aspettando novità sul vaccino obbligatorio a scuola, per quel che riguarda l’andamento della pandemia, sono 3.117 i nuovi casi giornalieri di Covid-19 in accordo con il bollettino giornaliero del ministero della Salute di lunedì 26 luglio del 2021.

Con il tasso di positività che schizza al 3,5% con 22 decessi nelle 24 ore.

182 sono le persone attualmente in terapia intensiva con un aumento di 4 unità rispetto al giorno prima. Aumentano pure i ricoverati per Covid nei reparti ospedalieri ordinari. Sono attualmente 1.512 con un aumento di ben 120 unità nelle 24 ore.

Argomenti: , , ,