Vaccino Johnson & Johnson, Italia: efficacia ed effetti collaterali

Dall’efficacia alla copertura passando per gli effetti collaterali del vaccino Johnson & Johnson. In Italia sono iniziate le somministrazioni.

di , pubblicato il
vaccino johnson johnson

Sono iniziate da pochi giorni le somministrazioni del vaccino Johnson & Johnson in Italia, proprio quando la Danimarca decideva per la sospensione. Rappresenta il quarto siero disponibile in Italia ed è il primo ‘monodose’.
Il vaccino J&J, infatti, è in grado di generare una memoria anticorpale a lungo termine, vale a dire che non necessita di una seconda dose. In Italia, al momento, sono arrivate circa 336.800 dosi e se ne attendono circa 7 milioni e 300mila nel secondo trimestre.
Secondo uno studio pubblicato sulla nota rivista New England Journal of Medicine avrebbe un’ottima risposta anche nei confronti delle varianti più pericolose studiate fino ad ora.

Vaccino Johnson & Johnson: efficacia e a chi spetta

Come per gli altri sieri, anche il vaccino Johnson & Johnson è in grado di prevenire l’ospedalizzazione e gli eventi di morte collegati a Covid-19. L’efficacia, secondo lo studio Ensemble, sarebbe attiva già 7 giorni dopo la somministrazione e crescerebbe fino all’ottava settimana. La sperimentazione prosegue sui giovanissimi. L’idea sarebbe quella di renderla disponibile anche per i minorenni.
Ma il vaccino Johnson & Johnson, in Italia a chi spetterà? Come sottolinea il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, le polemiche che hanno investito AstraZeneca e Johnson & Johnson rischiano di rallentare la campagna vaccinale. Molte persone infatti stanno rifiutando la somministrazione. Ma occorre andare avanti e, se non arriveranno ulteriori indicazioni dall’Aifa, il vaccino J&J sarà somministrato a tutte le fasce d’età (al di sopra di 18 anni).

Vaccino Johnson & Johnson: copertura e varianti

Secondo i dati dello studio Ensemble, il vaccino J&J avrebbe dimostrato un’efficacia complessiva dell’85% nel prevenire le forme gravi e le complicanze da Covid-19.

La sperimentazione è avvenuta su 3.000 partecipanti, seguiti per 11 settimane, e su 1.000 partecipanti, seguiti per 15 settimane. La copertura è trasversale per tutte le etnie e le fasce d’età.
Per quanto concerne le varianti, incluse quella del ceppo B.1.351 del Sudafrica e quella P2 in Brasile, il vaccino Johnson & Johnson ha mostrato un’ottima risposta prevenendo l’ospedalizzazione e i casi più gravi che possono condurre al decesso.

Effetti collaterali

L’analisi costi-benefici del vaccino Johnson & Johnson risulta essere positiva. La J&J così aggiornerà le indicazioni contenute nel Foglio Illustrativo del vaccino, includendo le informazioni più aggiornate per la diagnosi e la gestione degli eventuali casi di trombosi, eventi avversi estremamente rari.

[email protected]

Argomenti: ,