'Vaccino Covid: da fine marzo potrebbe toccare agli under 5

Vaccino Covid: da fine marzo potrebbe toccare agli under 5

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa comunica che a fine marzo il vaccino anti Covid-19 potrebbe toccare anche gli under 5.

di , pubblicato il
Cognome del padre

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa stamattina in diretta nella trasmissione “Uno Mattina” in onda su Rai 1 ha parlato del vaccino anti Covid-19 per gli under 5. Ha spiegato che la speranza è quella che possa arrivare entro la fine di marzo 2022. Aggiunge di attendere con grande fiducia il lavoro della scienza che quotidianamente mette a disposizione le armi giuste per poter contrastare il virus.

Vaccino Covid: da fine marzo potrebbe toccare agli under 5

In quasi tutta Italia nella giornata di oggi è partita la somministrazione del vaccino Pfizer anti Covid-19 ai più piccoli. Parliamo di coloro che hanno un’età compresa tra i 5 e gli 11 anni. In realtà si è iniziato ieri con questa fascia di popolazione ma solo nel Lazio allo Spallanzani. Nell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive, infatti, nella giornata di ieri sono stati vaccinati cento bambini. L’inizio delle vaccinazioni per la fascia 5-11 partirà invece il 18 dicembre in Alto Adige e il 20 in Valle d’Aosta. In merito a tale vaccinazione ha parlato anche il Ministro della Salute Roberto Speranza. Ha comunicato infatti che vaccinerà i suoi figli. Ha chiesto poi alla popolazione di fidarsi dei pediatri.

I vaccini contro il Covid-19, dichiara Locatelli (presidente del Consiglio Superiore della Sanità) sono importantissimi per proteggere i piccoli dal rischio grave di malattia. Essa anche se è rara può comunque impattare in età pediatrica. Sottolinea infatti che secondo le stime del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ogni 10 mila casi sintomatici ci sono 65 ospedalizzazioni. Inoltre 6 ricoveri in terapia intensiva e 1 caso di decesso.

Intanto arrivano i dati della Fondazione Gimbe della settimana dall’8 al 14 dicembre. Ebbene, si nota ovviamente un aumento di casi rispetto alla settimana antecedente: da 105.771 si è arrivati infatti a 124.568.

Anche il numero delle persone positive è salito: da 240.894 a 297.394 così come le persone in isolamento domiciliare da 234.040 a 289.368. Più alto anche il numero dei ricoverati con sintomi: da 6.078 a 7.163 e di coloro che sono finiti in terapia intensiva: da 776 agli 863 di questa settimana (8-14 dicembre).
Leggi anche: Vaccino bambini 5-11 anni, prenotazioni regionali discordanti, interviene Ministro Speranza
[email protected]

Argomenti: ,