Vaccini bambini 5-11 anni, è ufficiale anche in Italia, ecco cosa rischia chi non lo fa

Arriva l'ok per vaccini bambini da 5 a 11 anni, da dicembre parte la campagna anche in Italia. Ecco cosa rischia chi non lo fa.

di , pubblicato il
vaccino bambini

Ora c’è l’ok dell’EMA, l’agenzia europea del farmaco ha dato via libera alla vaccinazione per i più piccoli, dunque vaccini a bambini da 5 a 11 anni. Quali sono le conseguenze per chi non si vaccina?

Vaccini bambini, cosa cambia?

Anche Sileri è intervenuto sulla vicenda confermando che già da dicembre partiranno i vaccini ai bambini. Sarà Pfizer quello scelto e si tratterà di una dose contenuta, un terzo meno potente rispetto a quella somministrata a tutti gli altri, dai 12 anni in su. Si tratta di un vaccino che infatti è composto da 10 microgrammi rispetto ai 30 della dose classica. Quali sono le conseguenze e i rischi dietro questa scelta? Innanzitutto, ecco le parole di Sileri in merito al vaccino in Italia per i più piccoli:

“Per i primi di dicembre sarà disponibile il vaccino per la fascia di età 5-11 che per ora non è coperta e per la quale, sottolineo, al momento non è previsto Green pass o altro obbligo”. Nessun obbligo, niente Green Pass, sono queste le parole che subito saltano all’occhio. Draghi quindi ha optato per piena facoltà di decisione alle famiglie, il vaccino per i bambini quindi è una scelta libera dei genitori, i quali per tranquillizzarsi possono decidere quindi di vaccinare i proprio figli, ma senza alcuna imposizione.

Vaccini ai bambini, rischi e conseguenze

I rischi di una mancata vaccinazione per i più piccoli sono quelli del long Covid. Statisticamente infatti sappiamo che i bambini hanno una forte resistenza agli effetti più gravi del Covid, ma soffrono maggiormente di quello che viene definito Long Covid, ossia le conseguenze del contagio, quando ormai l’infezione è passata. Secondo le statistiche infatti sono proprio i più piccoli a rischiare miocarditi e pericarditi a causa del Covid. La vaccinazione per loro quindi non sarà un obbligo, ma dovrebbe essere la scelta più logica, almeno sempre secondo le parole del sottosegretario del Ministero della Salute.

Potrebbe interessarti anche Mascherine anti Covid, quelle umide sono più efficaci a trattenere il virus

Argomenti: ,