Vacanze di Natale in Italia e il rischio contagio fino a 30mila casi al giorno: ecco dove

Vacanze di Natale solo in Italia, ecco perché.

di , pubblicato il
Vacanze di Natale

Con l’avvicinarsi delle vacanze di Natale si torna a parlare di come e dove andare anche alla luce del nuovo boom dei contagi che sta attraversando l’Europa. Secondo gli esperti, a Natale ci saranno 30mila casi al giorno in Italia ma per quanto riguarda le vacanze è meglio non andare all’estero.

Vacanze di Natale solo in Italia, ecco perché

E’ stato l’immunologo del Policlinico Umberto I di Roma, Francesco Le Foche, al Corriere della Sera, ad invitare la popolazione a restare in Italia per le vacanze, un invito che pochi giorni fa era ribadito anche dal ministro Speranza:

“L’Italia è il paese che in Europa sta meglio di tutti perché andare a cercare il virus all’estero? Non voglio essere catastrofista, non è questo il momento di esserlo. Però io quest’anno le vacanze le passerei in Italia, così si evita di prendere tanti mezzi di trasporto. L’ideale sarebbe cercare posti raggiungibili in automobile. Tuttavia ora anche con i treni ad alta velocità si può stare tranquilli: con le nuove regole il green pass verrà controllato prima di salire sul treno”.

Secondo l’esperto sarebbe anche necessario evitare i mercatini dove non si rispettano le regole. Evitare le folle è la regola numero uno così come fare attenzione durante le visite ai musei, dove è fondamentale rispettare il distanziamento sia durante la fila per entrare che davanti alle opere. Le Foche ha spiegato anche che gli spostamenti all’estero portano il problema delle quarantene e quindi si rischia di passare le vacanze in hotel e anche dopo una volta tornati in Italia. L’immunologo ha parlato anche delle cene che si organizzano durante le feste di Natale, in questo caso ci si può riunire anche in due o tre famiglie se tutti sono vaccinati ma si deve anche arieggiare la stanza.

Anche per Capodanno meno si è meglio è, così come è importante evitare la promiscuità.

A Natale fino a 30mila contagi

Secondo il fisico Giorgio Sestili, invece, in Italia si rischiano fino a 30 mila contagi al giorno a Natale. Lo ha detto ad Adnkronos Salute: “Se ci proiettiamo al Natale, e se l’andamento sarà confermato, ci potrebbe far registrare 20-30 mila casi e un raddoppio dei decessi, passando dagli attuali 400 a settimana a 800″.

Vedi anche: Quarta ondata e allarme vacanze di Natale, viaggi a rischio per colpa della variante Delta

Argomenti: ,