Trend unwashed: spopola la moda di lavarsi meno, quali vantaggi?

Sempre più persone si fanno meno docce alla settimana, un trend che ha motivazione etiche e sociali.

di , pubblicato il
Sempre più persone si fanno meno docce alla settimana, un trend che ha motivazione etiche e sociali.

Il trend di lavarsi di meno sembra spopolare in tutto il mondo. Dapprima erano stati gli americani ad iniziare questa pratica di riporre saponi e bagnoschiuma ma negli ultimi tempi la tendenza a unwashed sembra coinvolgere persone in tutto il mondo. Sono anche moltissime le star che sembrano aver abbracciato questo trend:  Russell Crowe, Colin Farrell, Robert Pattinson, Johnny Depp e Brad Pitt.

Di che cosa si tratta

Non si tratta di una decisione dovuta alla poca voglia di lavarsi, piuttosto di una scelta etica e sociale che da un lato vuole dimostrare che lavarsi meno frequentemente non ha conseguenze sociali appunto, e poi che lavarsi meno di frequente permette una migliore conservazione degli oli naturali della pelle. Sembra infatti che l’intestino contenga dei batteri buoni che permettono alle pelle di funzionare meglio con meno lavaggi settimanali.

La tendenza unwashed non interessa solo la doccia ma anche l’uso di shampoo e deodoranti. Secondo Catherine Saint Louis, autrice di un articolo del The New York Times di qualche anno fa, un noto amministratore delegato di Osea aveva rivelato di non lavarsi più di 3 volte a settimana e che le bastava passare una salvietta umida nelle parti intime e sotto le ascelle per sentirsi pulita.

Secondo Richard Gallo, capo della divisione dermatologica dell’Università della California di San Diego, come riporta Business Insider, “I batteri educano le cellule dell’epidermide a comportarsi come antibiotici naturali e producono essi stessi i propri antibiotici che uccidono i batteri cattivi”. In sostanza lavarsi troppo spesso porta alla secchezza della pelle e al rischio eczema, i lavaggi frequenti fanno scomparire i batteri che mantengono la pelle in equilibrio.

I motivi

Interessante la testimonianza del giornalista Guillermo d’Alessandro, il quale aveva dichiarato di non essersi lavato per un mese intero. Nonostante i primi giorni furono terrificanti a causa dei cattivi odori che la pelle emanava, dopo una decina di giorni dalla mancata doccia è come se la pelle avesse ristabilito un equilibrio e fosse diventata anche più setosa. Non lavarsi poi permetterebbe anche di dedicarsi ad altre attività, risparmiare acqua e prodotti per la pulizia. L’importante è indossare sempre vestiti puliti.

In ogni caso, negli ultimi tempi, la moda di non lavarsi o lavarsi ognuno a modo suo sta spopolando anche sui social, dove blogger famosi hanno dichiarato di fare la doccia solo 2 volte a settimana o di farla senza sapone oppure di lavarsi solo le parti intime e ancora evitare lo shampoo e usare prodotti naturali a base di noci e via dicendo. 

C’è chi insomma abbraccia questa tendenza unwashed per risparmiare acqua, aiutare l’ambiente a ridurre la spazzatura conseguenza dei prodotti per la pulizia e chi lo fa per la pelle o per seguire un vero e proprio stile di vita.

Leggi anche: Consigli utili per preservare l’ambiente: dal consumo inferiore di acqua a quello della plastica

[email protected]

Argomenti: ,