Tonno Coop da Fukushima: bufala del pesce in scatola radioattivo

Boom di condivisioni per l’allarme sul codice del tonno in scatola proveniente dalle acque del Giappone contaminate

di , pubblicato il
Boom di condivisioni per l’allarme sul codice del tonno in scatola proveniente dalle acque del Giappone contaminate

Sta creando allarmismo su Facebook la notizia del tonno Coop, e non solo, radioattivo perché pescato nelle acque contaminate di Fukushima. Gli utenti sono invitati a prestare attenzione ad un codice FAO riportato sulla confezione per capire la provenienza del tonno: si tratta però di una bufala. Il web del resto non è nuovo ad annunci di questo tipo. Tempo fa la bufala riguardava il latte ripastorizzato dopo la scadenza. Ora tocca al tonno: secondo la notizia che sta facendo il giro dei Social Network sulle confezioni ci sarebbe un codice che indica la provenienza. In alcune marche, oltre a Coop anche As do mar, la scritta riportata e incriminata è ” FAO 71” che corrisponderebbe, secondo il post, all’area limitrofa al Giappone ancora pesantemente contaminata dalla centrale nucleare di Fukushima.

Le aziende coinvolte hanno precisato che l’area contaminata è la 61: “Come Coop non acquistiamo né abbiamo mai acquistato tonno proveniente dalla zona FAO 61 – Oceano Pacifico del Nord Ovest, zona che comprende l’area del Giappone, l’unica dichiarata eventualmente a rischio, secondo quanto indicato dall’Unione Europea. Inoltre per i nostri prodotti a marchio Coop si utilizza  il tonno a pinne gialle, che non vive in quelle acque per via delle temperature troppo basse”. La zona FAO 71 corrisponde invece al Pacifico Occidentale Centrale. La precisazione non è bastata a tranquillizzare tutti i consumatori: alcuni su internet continuano a segnalare che le due zone sono troppo vicine.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: