TIM si allea con le Università italiane per sostenere la didattica a distanza

TIM sigla oltre 20 accordi con i principali Atenei del Paese per assicurare la didattica a distanza, fornendo 200.000 sim e modem agli studenti

di , pubblicato il
TIM sigla oltre 20 accordi con i principali Atenei del Paese per assicurare la didattica a distanza,
fornendo 200.000 sim e modem agli studenti

TIM stringe un’importantissima alleanza con oltre 20 Università italiane per sostenere la didattica a distanza e garantire il diritto allo studio alla luce dell’emergenza Covid-19. L’azienda non è rimasta indifferente di fronte alla pandemia che sta paralizzando il paese e ha deciso di scendere in campo per tutelare studenti e famiglie, offrendo loro la possibilità di studiare grazie al supporto della didattica online.

 

TIM fornisce 200.000 sim e modem agli studenti

TIM ha stretto oltre 20 accordi con i principali Atenei del Paese, accordi che consistono nella fornitura a condizioni agevolate da parte della società di telecomunicazioni italiana agli Atenei di oltre 200.000 sim con profili dati (gigabit) differenziati e il noleggio di altrettanti modem LTE/WiFi che le Università destineranno agli studenti gratuitamente, anche in base al reddito o alla regolarità nei corsi di studio.

TIM dà quindi a numerosi studenti la possibilità di proseguire il proprio percorso di studi da casa, venendo incontro alle esigenze sia delle famiglie che a quelle della società, andando a limitare gli spostamenti di una fascia della popolazione che non può permettersi di fermare la propria crescita a causa dell’emergenza Covid-19.

 

TIM al fianco delle maggiori Università italiane

Tra i principali Atenei aderenti all’iniziativa risultano: Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Torino, Università di Genova, Università degli Studi dell’Insubria, Università degli Studi di Pavia, Università degli Studi di Padova, Università Iuav di Venezia, Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Parma, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna, Università degli Studi di Firenze, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi del Sannio, Università degli Studi di Salerno, Università della Basilicata, Università della Calabria, Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro e Università degli Studi di Palermo.

All’iniziativa aderiscono inoltre l’Azienda
Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Basilicata e la Fondazione Università Magna Graecia di Catanzaro.

TIM si è resa disponibile a distribuire le sim e i relativi modem attraverso i propri negozi presenti nei rispettivi territori, oppure tramite consegne a domicilio in tutta Italia e anche in Europa, in base alle varie esigenze degli Atenei del nostro Paese. Una partnership, quindi, estremamente improntata ad assecondare le esigenze degli studenti.

 

TIM, un impegno per il Paese in un momento delicato

TIM conferma il proprio impegno a sostegno del Paese in un momento quanto mai delicato con un’iniziativa pensata per una parte della popolazione, quella degli studenti, particolarmente colpita dall’emergenza Covid-19, non tanto in termini di salute quanto in relazione allo normale svolgersi della propria quotidianità. Già in passato l’azienda aveva avviato importanti collaborazioni con le principali Università con lo scopo di sostenere la ricerca tecnologica e di nuovi talenti. La maggiore compagnia di telecomunicazioni italiana ha inoltre promosso lo sviluppo della cultura e delle competenze digitali attraverso il programma “Operazione Risorgimento Digitale”, con l’obiettivo di colmare il digital divide culturale.

 

TIM e Operazione Risorgimento Digitale

Come anticipato, TIM ha investito molte risorse nell’iniziativa “Operazione Risorgimento Digitale” con l’obiettivo di educare i cittadini all’uso sicuro di internet per cogliere tutti i vantaggi della vita digitale cercando di prevenire i numerosi rischi presenti online. Il progetto ha preso il via grazie alla stretta collaborazione tra TIM e numerosi partner. Tra le ultime collaborazioni, quelle con le Associazioni dei Consumatori, quali Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Codacons, Federconsumatori e U.Di.Con.

TIM ha quindi offerto l’opportunità di seguire i vari corsi di formazione gratuita di “Operazione Risorgimento Digitale” per favorire l’utilizzo intelligente, sicuro e consapevole della tecnologia. Una vasta gamma di webinar volti a formare gli utenti su numerose tematiche legate alla sicurezza informatica, dai corsi rivolti ai genitori per la promozione dell’uso consapevole di internet e dei device da parte dei figli, alle lezioni mirate a contrastare le fake news, una delle maggiori insidie presenti su internet, in particolare nei momenti di emergenza collettiva dove la paura può alimentare la circolazione di notizie infondate diffuse senza controllo.

Argomenti: