Terza guerra mondiale nucleare possibile, il nuovo allarme dagli Usa

Terza guerra mondiale nucleare, il nuovo allarme dagli Usa.

di , pubblicato il
svezia e finlandia

Non finisce il timore di una guerra mondiale nucleare e di un attacco atomico da parte della Russia. Secondo il portavoce del Pentagono, John Kirby, che alla Cnn ha spiegato come la guerra stia andando male ai russi, il rischio di una guerra atomica è ancora concreto.

Terza guerra mondiale nucleare, il nuovo allarme dagli Usa

John Kirby ha spiegato che la guerra sta andando male ai russi, stanno anche finendo cibo e carburante e gli ucraini stanno contrattaccando. In tutto ciò Mosca è in una fase di negazione ma aumenta tra gli analisti militari la preoccupazione che Mosca possa usare armi chimiche e biologiche. Infatti, Putin sarebbe con le spalle al muro e secondo Joe Biden potrebbe davvero ricorrere alle armi nucleari, la dottrina della escalation per la de-escalation, ossia usare l’arma nucleare per obbligare il nemico a ritirarsi o annientarlo.

Dal canto suo, il Cremlino ha sottolineato di prevedere l’uso di armi nucleari solo in caso di minaccia. Secondo Times Ulrich Kühn, esperto di armi nucleari dell’Università di Amburgo: «L’opzione sta diventando una possibilità. Le chance che sia utilizzata sono basse ma in aumento».

Mosca farà sempre più affidamento sul suo deterrente nucleare secondo il generale Scott Berrier

La Russia potrebbe iniziare ad attaccare con le armi nucleari contro un’area disabitata per mandare un segnale, dando il via al «nucleare tattico», una nuova fase del conflitto in cui si metterebbero in azione missili balistici molto meno potenti rispetto a quella usati contro il Giappone durante la Seconda Guerra mondiale ma sempre in grado di uccidere migliaia di persone in una volta sola, come scrive Il Giornale.

Chiaro a tal proposito anche il generale Scott Berrier, il direttore dell’Agenzia militare americana di intelligence per l’estero, secondo cui “Mosca farà sempre più affidamento sul suo deterrente nucleare per intimidire l’Occidente e dare una prova di forza”. Tra le armi di punta, infatti, ci sarebbe Iskander-M, il sistema balistico ad alta precisione con caratteristiche nucleari. Il timore di un conflitto con armi non convenzionali quindi, si fa sempre più concreto e Joe Biden affronterà l’allarme al vertice Nato in programma in questi giorni.

Vedi anche: Cosa succede se anche l’Italia entra in guerra: il piano che prepara alla terza guerra mondiale

Argomenti: ,