Terza dose vaccino non scontata per tutti, ecco chi non dovrebbe farla e il piano per l’antinfluenzale

Terza dose per tutti, forse non sarà così secondo Locatelli.

di , pubblicato il
Terza dose vaccino

Continua il dibattito sulla terza dose di vaccino per tutta la popolazione, mentre si aprono nuovi scenari in merito al vaccino antinfluenzale.

Terza dose per tutti, forse non sarà così secondo Locatelli

In tutta Italia si è già partiti con la terza dose per gli over 80, gli ospiti delle Rsa e poi i sanitari dando spazio ai soggetti fragili e con situazioni particolari. Resta ancora da capire quando toccherà al resto della popolazione. A fare chiarezza è stato il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli, che ha frenato sulla certezza della terza dose per tutti:

“Dico con estrema chiarezza che per quello che riguarda i soggetti sani e giovani è tutto fuorché scontato che si debba andare verso una terza dose. E’ stato detto chiaramente anche dall’Agenzia europea del farmaco e dallo stesso Oms”.

Secondo Locatelli è importante guardare alla situazione globale e coprire prima quei paesi in cui ancora il numero di vaccinati è basso. Nel nostro paese l’82% della popolazione over 12 è vaccinata e non è lontano il traguardo del 90%. Di fatto, non è ancora detto che la terza dose sarà per tutti. Nelle scorse settimane gli esperti si erano divisi in merito.

Alcuni parlavano di certezza sul richiamo booster per tutta la popolazione, altri erano più dubbiosi e in attesa del parere della scienza. Quello che è certo, ad oggi, è che sicuramente entro ottobre e novembre si continuerà già con gli anziani, fragili, sanitari, in seguito si potrebbe pensare agli over 60 come prima categoria per un terzo richiamo.

Vaccino antinfluenzale e terza dose insieme

In merito al vaccino antinfluenzale e quella anti-covid, Locatelli ha ribadito che “Sono due vaccinazioni largamente raccomandate nelle popolazioni esposte a maggior rischio di sviluppare patologia grave”.

Intanto, il ministero della Salute è quasi pronto a dare il via libera per la somministrazione della terza dose del vaccino contro il Coronavirus insieme a quello per l’influenza. Si attende la fine dell’istruttoria mentre dalla Regione Lazio è arrivato l’ok a partire dal 4 ottobre.

Vedi anche: Terza dose vaccino per tutti: il calendario aggiornato e chi deve farlo

Argomenti: ,