'Terza dose vaccino, nuovo piano di Figliuolo dall'1 al 12 dicembre

Terza dose vaccino, arriva il nuovo piano di Figliuolo dall’1 al 12 dicembre: dove diventa obbligatorio il vaccino

Terza dose vaccino, il piano di Figliuolo dall' 1 al 12 dicembre.

di , pubblicato il
omicron 5

Con l’arrivo della variante Omicron e la necessità di contrastare questo ceppo probabilmente molto più contagioso, il generale Francesco Figliuolo ha in programma un nuovo piano per la terza dose di vaccino, che al momento dal 1 dicembre sarà disponibile per tutta la popolazione anche over 18.

Terza dose vaccino, il piano di Figliuolo dall’1 al 12 dicembre

L’obiettivo di Francesco Figliuolo è quella di arrivare a 400mila vaccini al giorno tra il 1 dicembre e il 12 dicembre, quindi dare una forte accelerata alle terze dosi. Per le regioni, quindi, si richiedono obiettivi più vincolanti e stringenti. Al momento, infatti, l’obiettivo sembra lontano, nei punti vaccinali si viaggia a ritmo molto più ridotto mentre c’è la necessità di coprire almeno 16 milioni di over 60, quindi di inoculare mediamente 350mila o fino a 400mila terze dosi.

A livello regionale, quelle più indietro sono Sicilia, Calabria e Friuli Venezia Giulia, mentre le regioni dove va meglio sono Molise, Piemonte, Umbria, Lombardia, Toscana e Lazio. Nei prossimi 10 giorni insomma, l’obiettivo del governo è quello di dare una spinta più forte alla campagna vaccinale delle terze dosi. Patrizia Popoli, presidente della Commissione tecnico-scientifica dell’Aifa ha dichiarato che “si arriverà progressivamente a proporre la terza dose a tutti coloro che abbiano completato il ciclo vaccinale da 5 mesi. I bambini sopra i 12 anni verosimilmente subito dopo le altre fasce d’età”. In tutto ciò le aziende farmaceutiche stanno aggiornando i vaccini contro la variante Omicron, ma ci vorranno almeno sei settimane prima che saranno pronti.

Dove è obbligatorio il vaccino all’estero

Nel frattempo si allarga la platea dei lavoratori per cui si chiede l’obbligo vaccinale. In Italia, dal 15 novembre il vaccino sarà obbligatorio non solo per sanitari ma anche per tutto il personale della scuola, il comparto difesa, sicurezza, militari e forze dell’ordine.

In Europa, invece, le cose stanno diversamente. In Austria dal 1 febbraio il vaccino sarà obbligatorio per tutti, in Belgio dal 1 gennaio il vaccino sarà obbligatorio per il personale sanitario, in Francia è obbligatorio per pompieri ed esercito, personale sanitario mentre in UK a doversi vaccinare sono i dipendenti del servizio sanitario nazionale britannico (Nhs).

Vedi anche: Terza dose vaccino anti Covid-19: ecco come cambiare la prenotazione da 6 a 5 mesi da Nord a Sud

Argomenti: ,