'Tampone prima della terza dose, posso fare il vaccino se ho il Covid?

Tampone prima della terza dose, posso fare il vaccino se ho il Covid? La risposta dell’esperto

Dubbi sulla terza dose? Bisogna fare il tampone prima del vaccino? E se ho il Covid? La risposta secca dell'esperto.

di , pubblicato il
Covid tampone rapido

Cosa succede se mi vaccino da positivo? Devo fare necessariamente il tampone prima di farmi somministrare la terza dose del vaccino? La risposta arriva dal professor Massimo Andreoni, primario di Malattie Infettive del Policlinico Tor Vergata di Roma.

Terza dose e positività, serve il tampone?

Fare il tampone prima di procedere con la terza dose del vaccino, quella cosiddetta booster. Ci sono infatti persone che hanno espresso perplessità anche in merito alla riduzione del tempo tra un’inoculazione e l’altra, così come ci sono gli scettici che temono una reazione pericolosa se si fa il vaccino da positivi. Ricordiamo infatti che chi è guarito dal Covid ha diversi mesi di Green Pass valido, con questo ragionamento quindi si è autorizzati a credere che il Covid funge da vaccinazione, in un certo senso.

È consigliabile quindi fare i tampone, per evitare un sovrannumero di anticorpi nel nostro organismo? La risposta del professor Andreoni però è totalmente contraria a tale ragionamento, e senza mezzi termini afferma che fare il test sierologico non servirebbe a nulla. Che l’antigenico, anche noto come tampone rapido, sia solo una perdita di tempo e di soldi ormai lo abbiamo capito, anche se in tanti continuano a farlo ogni giorno. Tale tampone infatti ha un margine d’errore del 40%, quindi il risultati è assolutamente poco affidabile. In caso di vaccinazione però anche il molecolare è superfluo.

Tampone inutile prima del vaccino

Ecco le parole del professore: “Detto in modo molto chiaro: il test sierologico prima della terza dose non serve a nulla. Prima di tutto non ti dice quanto tempo prima potresti avere avuto inconsapevolmente il Covid, ma soprattutto ormai è dimostrato che non ci sono controindicazioni. Meglio alzare il livello di protezione in questa fase di intensa circolazione del virus”. Parole che incentivano alla vaccinazione senza remore, dunque, e che ci dicono che non dobbiamo temere il booster.

Potrebbe interessarti anche Lockdown non vaccinati per 15 giorni: cosa cambia con il nuovo decreto dal 10 gennaio

Argomenti: ,