'Super Green Pass over 50, la legge non perdona se sei nato nel 1972

Super Green Pass over 50, la legge non perdona se sei nato nel 1972 o prima

Super Green Pass over 50, multe e rischi per chi decide di non vaccinarsi.

di , pubblicato il
Green pass illimitato

Con le nuove regole relative al Super Green Pass, gli over 50 devono vaccinarsi per forza per non incorrere in multe anche severe, da 100 fino a 1.500 euro per i lavoratori che hanno da 50 anni in su, quindi nati fino al 1972.

Super Green Pass over 50, multe e rischi per chi decide di non vaccinarsi

Dal giorno 8 gennaio e fino al 15 giugno 2022, è stata stabilito l’obbligo vaccinale per i 50enni mentre dal 10 gennaio, il Super Green Pass è obbligatorio anche per alberghi, sagre, fiere, convegni, congressi, piscine e mezzi di trasporto pubblico. La vera data da segnare sul calendario per gli over 50 è quella del 15 febbraio, quando tutti i lavoratori del settore pubblico e privato saranno tenuti ad avere il Super Green Pass per lavorare, pena una multa da 600 a 1.500 euro. Il D.L. n. 1 del 2022 è molto chiaro a riguardo: “tutti i cittadini italiani e i cittadini di altri stati membri dell’Unione Europea residenti in Italia, che abbiano compiuto i 50 anni di età o che compiano 50 anni di età entro il 15 giugno 2022 devono vaccinarsi”.

I soggetti che hanno da 50 anni in su e che entro il 1° febbraio non abbiano almeno la prima dose di vaccino o che dopo il 1° febbraio non abbiano effettuato la seconda dose è prevista una sanzione di 100 euro, irrogata dal Ministero della Salute tramite l’Agenzia delle Entrate. Invece, dal 15 febbraio scatta l’obbligo per i lavoratori che per accedere al luogo di lavoro devono necessariamente esibire il Green Pass rafforzato che testimoni o l’avvenuta guarigione o il completamento del ciclo primario. Nel caso in cui il soggetto possa certificare che per motivi medici non è possibile procedere alla vaccinazione, l’obbligo di vaccinazione non sussiste.

Scatta anche l’obbligo per docenti universitari

Nel caso in cui il lavoratore non sia in possesso della Certificazione Verde Covid-19 rafforzato come richiesto, saranno considerati assenti ingiustificati e quindi senza retribuzione ma con diritto alla conservazione del posto di lavoro. Fino al 15 giugno 2022 i datori di lavoro possono sospendere i lavoratori dopo 5 giorni di assenza ingiustificata. Come anticipato, la sanzione va da 600 a 1.500 euro. Infine, dal 15 febbraio è prevista anche la vaccinazione obbligatoria per i docenti universitari.

Vedi anche: Super Green Pass per mezzi pubblici e hotel dal 10 gennaio: dove servirà da oggi il pass rafforzato

Argomenti: ,