Strage di Capaci: oggi 23 maggio è il 27° anniversario della morte di Giovanni Falcone

Oggi cade il ventisettesimo anniversario della strage di Capaci in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, i tre agenti della scorta e sua moglie. Ecco cosa accadde e le dichiarazioni dei principali politici italiani.

di , pubblicato il
Oggi cade il ventisettesimo anniversario della strage di Capaci in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, i tre agenti della scorta e sua moglie. Ecco cosa accadde e le dichiarazioni dei principali politici italiani.

Oggi è una triste giornata per la storia dell’Italia. Cade infatti il ventisettesimo anniversario della strage di Capaci in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, i tre agenti della scorta e sua moglie. Ecco cosa accadde il 23 maggio del 1992 e le dichiarazioni dei principali politici italiani.

Strage di Capaci: cosa accadde

Era il 23 maggio 1992 ed erano circa le ore 18 quando sulla strada che collega l’aeroporto di Punta Raisi a Palermo esplose una carica di tritolo.

In transito vi erano le vettura con Giovanni Falcone e la moglie e quella dei tre agenti della scorta i cui nomi erano Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro. C’era anche una terza auto che transitava in quel luogo con a bordo gli agenti Gaspare Cervello, Angelo Corbo e Paolo Capuzza che fortunatamente restarono illesi.

Furono gli abitanti del luogo a prestare i primi soccorsi riuscendo ad estrarre vivo Giuseppe Costanza dalla Fiat Croma bianca (ovvero quella che guidava Falcone)  che si trovava sul sedile posteriore. L’uomo era vivo ma in stato di incoscienza. Anche Falcone e sua moglie Francesca Morvillo erano ancora vivi. Purtroppo però morirono poche ore dopo per gravi emorragie interne.

Le dichiarazioni di Fico, Salvini 

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini stamattina era presente alla cerimonia di commemorazione della strage di Capaci ed ha riferito che l’uccisione di Falcone e quella di Borsellino hanno provocato molto dolore ma allo stesso tempo svegliato il popolo italiano. Dal giorno di quella strage, però, nulla è stato più come prima.

Roberto Fico del M5S, anch’egli presente, ha invece invocato per sconfiggere la mafia un vero e proprio piano Marshall ovvero un’azione congiunta di Camere, Comuni, Ministeri e presidenza del Consiglio. Anche Pietro Grasso su Facebook ha ricordato la terribile strage con tali parole “A Giovanni devo la lezione più bella: rialzarsi sempre, anche quando sembra sia impossibile farlo. E lui si è sempre rialzato, fino a quando per impedirglielo usarono centinaia di chili di esplosivo“.

I grandi assenti della commemorazione sono stati invece Leoluca Orlando (sindaco di Palermo), il governatore Musumeci e Fava, il presidente della commissione Antimafia.

La giornata di commemorazione

Oggi è la giornata di commemorazione della strage di Capaci. A Palermo sono arrivati oltre ventimila studenti per commemorare le vittime non soltanto di tale strage ma anche quella di via D’Amelio dove morì invece il giudice Borsellino. Nel pomeriggio partiranno i primi cortei: il primo da via D’Amelio mentre il secondo dall’aula bunker. Entrambi arriveranno infine in via Notarbartolo sotto l’Albero Falcone.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,