'Stop vaccini, gli italiani si sono fermati, torna in scena l’obbligo vaccinale

Stop vaccini, gli italiani si sono fermati, torna in scena l’obbligo vaccinale

Rallentano le prenotazioni dei vaccini, si va verso l'obbligo?

di , pubblicato il
Nuova ondata covid e aria condizionata

Si è fermata la campagna vaccinale degli italiani, prosegue ora molto a rilento, i vaccini non sembrano più fare breccia nel cuore del paese, nonostante l’arrivo del Green pass per tutti i lavoratori ormai imminente.

Vaccini, si va verso l’obbligo

Lo stratagemma del Green Pass stavolta non ha dato i frutti sperati, o quanto meno non proprio quelli primari. Il primo obiettivo era infatti quello di arrivare al vaccino, un escamotage per invitare le persone a vaccinarsi. E invece, è boom di tamponi rapidi. Nelle statistiche dell’ultima settimana infatti si è registrato un aumento del 57%, cosa che invece non si può dire da parte dei vaccini che invece rimane con una curva di richieste molto bassa. Cosa sta succedendo? Probabilmente ora siamo arrivati a toccare quello zoccolo duro di no vax che proprio non ne vogliono sapere.

La situazione vaccini in Italia dunque sostanzialmente si è fermata, o quantomeno ha rallentato, intorno al 77%. Siamo comunque tra le nazioni con più vaccinati, ma sicuramente lontani dai numeri che i virologi hanno indicato come potenzialmente sicuri e quasi vicini al concetto di immunità di gregge, per quanto, con l’arrivo della variante Delta, non è più possibile parlare di immunità in senso stretto, ma più che altro di condizione verso la quale i pazienti difficilmente si aggraveranno, poiché sarà più difficile incontrare soggetti con sintomi forti.

Vaccino obbligatorio unica soluzione?

Attendiamo ancora prima di dirlo, c’è sicuramente chi ancora sta temporeggiando, ma c’è ovviamente chi non ne vuole proprio sapere nonostante il 15 ottobre sia ormai vicino. Ciò che stupisce, infatti, è che non c’è stato il boom di prenotazioni che lo stato si attendeva. Come mai questi lavoratori non hanno prenotato il vaccino? Vogliono davvero rischiare il posto di lavoro oppure pensando di andare avanti a botta di tamponi, bruciando in tal modo una parte consistente dello stipendio? Difficile pensare che davvero i no vax vogliano portare avanti realmente una prova di forza del genere contro il Governo, rischiando poi di costringere Draghi a metterlo obbligatorio, almeno per i soggetti a rischio.

Potrebbe interessarti anche Terza dose vaccino, si parte già con gli over 80: dal 20 ottobre anche in farmacia

Argomenti: ,