Stefania Craxi presidente della Commissione Esteri del Senato, M5S su tutte le furie

La furia del Movimento 5 stelle per la scelta di Stefania Craxi come nuovo presidente della Commissione Esteri.

di , pubblicato il
Stefania craxi

A Palazzo Madama hanno deciso, è Stefania Craxi la nuova presidente della Commissione Esteri del Senato. La decisione ha fatto balzare su tutte le furie il Movimento 5 Stelle che ha parlato in maniera inequivocabile di complotto ai loro danni allo scopo di emarginarli. Le votazioni sono state tutt’altro che plebiscitarie, con 12 voti e favore e 9 pro Ettore Licheri (M5s). Uno invece tra gli astenuti.

Stefania Craxi, nuovo presidente Esteri

Lapidaria anche la risposta della neo eletta al ruolo, la stessa Stefania Craxi ha smentito la possibile crisi di Governo, assicurando sul fatto che i mal di pancia passeranno presto. Subito dopo però è arrivato il consiglio nazionale indetto da Giuseppe Conte, il quale ha affermato: “Registriamo che di fatto si è formata una nuova maggioranza da FdI a Iv. Draghi era stato avvertito già ieri. Spetta a lui la responsabilità tenere in piedi questa maggioranza. Oggi M5s, Pd e Leu sono stati responsabili, altri no”.

La nota del Consiglio straordinario convocato dal Movimento 5 Stelle prosegue senza mezzi termini: “L’attuale maggioranza esiste solo sulla carta non nella realtà del confronto quotidiano. Registriamo come ormai sia venuto meno anche il più elementare principio di leale collaborazione. Nei giorni scorsi avevamo ventilato il sospetto che qualcuno ci volesse fuori dalla maggioranza. Oggi ne abbiamo la conferma. Nel Palazzo vogliono emarginare le nostre posizioni, ma non si può silenziare la voce della maggioranza degli italiani”.

Stefania Craxi divide già

Forza Italia guadagna quindi una presidenza in commissione grazie all’elezione della Craxi, una presidenza anche per il gruppo Misto che guida la commissione Ambiente con Vilma Moronese. Il M5s è invece a 4, mentre il PD ne vanta 4 e 2 Lega e Italia Viva.

La neo eletta commenta entusiasta la sua candidatura ottenuta con successo, ecco le sue parole: “Non ho mai fatto una questione di incarichi. Sono onorata di questa scelta della commissione Esteri”.

Argomenti: ,