Spostare richiamo vaccino e seconda dose in vacanza: i nodi per chi si vaccina in estate

Dal nodo dei vaccini in vacanza fino allo spostamento del richiamo della seconda dose.

di , pubblicato il
Richiamo vaccino

Continua a tenere banco il tema dei vaccini in vacanza o meglio dello spostamento della data del richiamo per evitare che le ferie saltino. Le prospettiva in Italia sono buone: 7 regioni sono in zona bianca e dal 21 giugno tutto il paese lo diventerà. Il miglioramento sembra costante ed è stato raggiunto anche il record delle 600mila vaccinazioni in un giorno.

Le ipotesi per chi deve fare il richiamo del vaccino

Con il via libera ai vaccini Pfizer anche per i ragazzi che hanno tra 12 e 15 anni, molte famiglie sono alle prese con il problema del richiamo che non di rado cade proprio ad agosto, periodo di ferie. Sono milioni gli italiani che avranno il richiamo della seconda dose tra luglio e agosto. Allo studio, dunque, ci sono ben tre ipotesi: o considerare il vaccino il vacanza laddove è possibile; basti infatti vedere che sia Piemonte che Liguria si stanno organizzando in tal senso. Rimane però il problema di far dialogare le varie piattaforme e spostare le dosi da una regione all’altra.

Vaccinarsi durante le ferie

Si era anche discusso in merito di considerare i vaccini in vacanza solo per soggiorni di lungo periodo, quindi di almeno tre settimane in una data località di villeggiatura. Una seconda ipotesi è quella di puntare ad un approccio flessibile come suggerito da Figliuolo, quindi prenotare direttamente l’appuntamento dopo le ferie e farsi spostare il richiamo. La terza ipotesi è quella di partire dopo il vaccino.

Secondo i dati del ministero della Salute sono infatti 20 milioni gli italiani che attendono la prima o la seconda dose tra luglio e agosto. Figliuolo avrebbe inviato una lettera alle Regioni per chiedere più flessibilità in merito:

«Già in fase di prenotazione dovrà essere possibile trovare la data migliore per il richiamo e far sì che già in quella fase si possa spostarlo eventualmente in un altro giorno nel range dei 42 giorni o delle 4-12 settimane».

Molto probabilmente, quindi, oltre all’ipotesi del vaccino in vacanza anche l’idea di spostare il richiamo della seconda dose può essere considerato stando alle parole del generale Figliuolo.

Vedi anche: Vaccini in vacanza, le nuove regole: prenotazione richiamo più flessibile

[email protected]

Argomenti: ,