Sondaggi politici Tecné: la Lega Nord rimane sopra il 30%, volano M5S e Pd

Con il 31 per cento dei voti, la Lega Nord resta la forza politica che raccoglie più consensi tra gli italiani, secondo il sondaggio politico di Tecné.

di , pubblicato il
Con il 31 per cento dei voti, la Lega Nord resta la forza politica che raccoglie più consensi tra gli italiani, secondo il sondaggio politico di Tecné.

La Lega Nord rimane il primo partito in Italia con oltre il 30% delle preferenze, scontando però una riduzione di 5 punti percentuali rispetto ai dati di inizio agosto. In netta crescita M5S e Pd, ma se si andasse oggi al voto la coalizione vincente sarebbe sempre quella del Centrodestra, a patto che Forza Italia accetti di entrare in una coalizione con Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Questi gli scenari dei sondaggi politici realizzati dall’istituto Tecné per conto della trasmissione Quarta Repubblica condotta dal giornalista Nicola Porro, in onda su Rete 4.

Lega Nord primo partito in Italia

Con il 31 per cento dei voti, la Lega Nord resta la forza politica che raccoglie più consensi tra gli italiani, secondo il sondaggio politico di Tecné. La flessione rispetto ai dati ufficiali delle ultime elezioni Europee tenutesi a fine maggio è nell’ordine dei 3 punti percentuali, mentre è di 5 punti se si considera il punteggio più alto conseguito dalla Lega all’inizio del mese di agosto. Quanto successo dopo è noto a tutti, con Salvini che ha di fatto aperto la crisi di governo presentando una mozione di sfiducia contro il premier Giuseppe Conte.

M5S e Pd rialzano la testa

A trarre maggiore giovamento dalla nuova situazione politica che si è venuta a creare sono il Movimento 5 Stelle e il Partito democratico, segnalati rispettivamente al 21,5% (+4,4 per cento) e al 24,6% (quasi due punti percentuali in più rispetto alle Europee). I 5 Stelle e i democratici sono ora chiamati ad aprire una stagione di riforme, come indicato nelle ultime ore dal primo ministro italiano Giuseppe Conte, atteso oggi al primo voto di fiducia del Parlamento.

Forza Italia davanti a FdI

Dal sondaggio di Tecné emerge un dato in controtendenza rispetto a quelli diffusi di recente, con Forza Italia che conserverebbe un margine di vantaggio di quasi un punto percentuale rispetto a Fratelli d’Italia. Per il partito di Silvio Berlusconi la percentuale è pari al 7,8%, mentre Fratelli d’Italia è al 7%.

Leggi anche: Sondaggi elettorali oggi 6 settembre: Italia spaccata in due, il governo giallo-rosso vale come il centrodestra

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.