Sondaggi politici oggi 22 febbraio: il governo Draghi è incompetente e la Meloni tallona il PD

Gli italiani non sono convinti delle competenze del governo Draghi, mentre FdI vola e ‘vede’ il PD. Ultimi sondaggi politici elettorali SWG.

di , pubblicato il
Gli italiani non sono convinti delle competenze del governo Draghi, mentre FdI vola e ‘vede’ il PD. Ultimi sondaggi politici elettorali SWG.

La debolezza maggiore del governo Draghi, secondo gli italiani che hanno risposto alle domande sei sondaggi politici SWG, è rappresentata dalla scarsa competenza dei ministri scelti.

Per quanto riguarda invece le intenzioni di voto, il dato più importante arriva da coloro che hanno deciso di stare all’opposizione: Fratelli d’Italia cresce di più di un punto percentuale e oramai è a meno dell’1% dal Partito Democratico, mentre Fratoianni rilancia Sinistra Italiana, abbandonando la compagine di LeU che ha deciso di appoggiare il banchiere, ed esordisce con un buon risultato.

Incompetenza, il vero problema del governo Draghi secondo gli ultimi sondaggi politici SWG

Gli italiani stanno seguendo con grande attenzione quanto avviene nei piani alti con il nuovo governo guidato da Mario Draghi. Alla domanda posta dagli intervistatori su quali potrebbero essere i punti deboli del nuovo esecutivo, gli italiani non sembrano avere dubbi: il 35% ha risposto che il problema è dato dalla scarsa competenza dei ministri. Se il governo viene sbandierato come quello dei competenti, allora l’aspettativa diventa davvero alta.

Per il 26% il problema potrebbe essere la presenza di troppi politici, mentre per il 19% è la mancanza di equilibrio tra le varie forze politiche a poter generare il vero punto debole. Seguono poi con il 13% l’insufficiente presenza di donne, con il 9% a pari merito la scarsa presenza di rappresentanti del Sud e l’inesperienza politica dei tecnici, con il 7% infine la presenza di troppi tecnici e l’età eccessivamente avanzata della maggior parte dei ministri.

Volano le (poche) forze all’opposizione negli ultimi sondaggi elettorali del Tg di La7

E arriviamo così alle intenzioni di voto, qualora si dovesse tornare alle urne in breve tempo.

Gli ultimi sondaggi SWG mostrano come le scelte dei diversi partiti stiano influenzando molto l’elettorato: troviamo infatti la Lega che perde lo 0,4% e scende al 23,1% (resta saldamente il primo partito) e il Partito Democratico che lascia sul campo lo 0,5% e cala al 18,3%.

Fratelli d’Italia, invece, grazie alla decisione di restare all’opposizione, guadagna un importante 1,3% e sale al 17,5%, a solo lo 0,8% dal PD: Giorgia Meloni potrebbe divenire a breve la leader del secondo partito italiano. Il Movimento 5 Stelle, nonostante le grandi polemiche e le scissioni possibili, resiste restando stabile al 15,4%. Cresce ancora Forza Italia che con un +0,6% arriva al 7,5%.

Crollano, poi, da un lato Azione di Calenda che perde lo 0,4% e scende al 3,9% e dall’altro Italia Viva di Matteo Renzi che precipita al 2,6% (-0,5%), virtualmente fuori dal Parlamento. Spunta poi Sinistra Italiana di Fratoianni, che non appoggia il governo Draghi ed è uscita da LeU, con il 2,5%. +Europa è all’1,9% (-0,2%), i Verdi stabili all’1,8%, e infine MDP Articolo 1 (ex LeU che appoggiano l’esecutivo) con l’1,8%.

Potrebbe interessarti anche: Sondaggi politici oggi 19 febbraio: gli italiani mettono sotto torchio il governo Draghi

[email protected]

Argomenti: ,