Sondaggi politici elettorali oggi 6 dicembre: crisi nera M5S e ascesa FdI, voto disgiunto in Emilia Romagna

È davvero profonda la crisi del M5S, mentre la Lega continua a salire: le ultime rilevazioni sulle intenzioni di voto elettorali di oggi 6 dicembre, l’anomalia è l’Emilia Romagna.

di , pubblicato il
È davvero profonda la crisi del M5S, mentre la Lega continua a salire: le ultime rilevazioni sulle intenzioni di voto elettorali di oggi 6 dicembre, l’anomalia è l’Emilia Romagna.

Lo scontro interno al M5S è sempre più forte come la messa in discussione della leadership di Di Maio: gli ultimi sondaggi politici elettorali di oggi 6 dicembre dell’istituto Index Research per la trasmissione di La7 ‘Piazza Pulita’ confermano queste trend negativo. Non c’è soltanto un calo dei consensi verso il Movimento ma anche per quanto riguarda la fiducia in Di Maio. La Lega di Salvini è più o meno costante, segno che la fiducia negli elettori è sempre molto alta: ed è proprio su quest’ultimo che occorre effettuare un’analisi sulle intenzioni di voto in Emilia Romagna, dove, per il momento, sembra essere centrale la questione del voto disgiunto. Il governo giallo-rosso, comunque, sembra essere in crisi: se il premier Conte vede le convergenze e lo stesso Di Maio usa toni più tiepidi nei confronti degli alleati del PD, Matteo Renzi di Italia Viva sembra voler continuare a gettare benzina sul fuoco.

Non si arresta la crisi del M5S: ultimi sondaggi elettorali Index Research oggi 6 dicembre

La nostra analisi delle intenzioni di voto iniziano con l’alleanza di governo: il Partito Democratico perde due decimali e passa al 19,1%, risultato nettamente inferiore al 22,7% avuto alle Europee; il M5S perde lo 0,7% e si ferma al 16,2%, ben al di sotto delle ultime elezioni; Italia Viva di Renzi è al 4,9%, con un calo dello 0,2%; le altre forze raccolgono poco: la Sinistra è al 2,6% (costante), i Verdi all’1,8% (-0,2%) e +Europa all’1,6% (-0,1%); infine Azione di Calenda all’1,6%. La coalizione del centrosinistra con il M5S sarebbe al 42,8% con un calo complessivo dell’1,1%. La destra può continuare a sorridere: la Lega perde lo 0,1% ed è al 32,7%; Fratelli d’Italia vola al 9,8% (+0,5%); Forza Italia è costante al 6,6%; infine Cambiamo! di Toti all’1%. L’alleanza di centrodestra sarebbe al 49,1% con una crescita dello 0,4%.

Focus elezioni regionali Emilia Romagna: ultimi sondaggi e analisi voto disgiunto

Le elezioni regionali in Emilia Romagna potranno essere decisive per la sopravvivenza del governo giallo-rosso, guidate da Giuseppe Conte: la situazione è molto particolare, e gli ultimi sondaggi danno l’idea di essere particolarmente ‘ballerini’. Ecco cosa raccontano i dati: la Lega, nella Regione, grazie soprattutto ai piccoli centri, è data al 32-34% con in aggiunta circa il 10-12% tra Fratelli d’Italia e Forza Italia, la somma dovrebbe dare una forbice del 42-46% per la candidata Borgonzoni, che invece è ferma soltanto al 40%. Cosa significa? È probabile che in Emilia Romagna siano in molti a fidarsi del modo con cui Bonaccini ha gestito la Regione, praticando quello che viene chiamato voto disgiunto: si ritiene, mediante l’analisi dei flussi elettorali, che un elettore su dieci che apporrà la crocetta sul simbolo della Lega potrebbe votare Bonaccini come governatore.

Leggete anche: Sondaggi politici al 5 dicembre: Pd e Italia Viva indietro tutta

[email protected]

Argomenti: ,