Sondaggi politici al 28 maggio: plebiscito per il sistema sanitario nazionale

Sondaggi post coronavirus: il 34 per cento delle persone ha dichiarato di non lavorare già prima della pandemia.

di , pubblicato il
Sondaggi post coronavirus: il 34 per cento delle persone ha dichiarato di non lavorare già prima della pandemia.

L’istituto di ricerca Doxa Multi-Client ha intervistato un campione di 1.000 persone su domande specifiche relative alla loro reazione rispetto all’emergenza coronavirus. Dall’indagine è emerso che oltre 7 italiani su 10 sono soddisfatti di come il sistema sanitario nazionale abbia affrontato la crisi sanitaria dovuta alla pandemia del covid-19, anche in relazione alle notizie che arrivano dagli altri Paesi stranieri sul numero di contagi e morti. Ecco come gli italiani hanno risposto alle domande poste nel sondaggio Doxa Multi-Client sulla crisi del coronavirus.

#1 Dall’inizio dell’emergenza coronavirus a oggi stai lavorando?

Il 34 per cento delle persone ha dichiarato di non lavorare già prima della pandemia. Il 23 per cento ha invece risposto dicendo di aver continuato ad andare in azienda, mentre il 28 per cento ha proseguito la propria attività in modalità smart working. Soltanto il 15 per cento degli intervistati ha affermato di aver smesso di lavorare a causa dell’emergenza.

#2 Rispetto a prima dell’emergenza come è cambiato il tuo carico di lavoro?

Per tre italiani su dieci il carico di lavoro è aumentato, mentre la maggioranza (41%) non ha notato cambiamenti rispetto a prima. Il 26 per cento ha affermato che è diminuito.

#3 Secondo te qual è la probabilità di infettarsi?

Gli italiani hanno paura di metro (69%), bus (65%), tram (64%) e treno (58%). Preoccupa anche il car sharing, anche se in misura minore (34%). A piedi (6%), auto (5%) e bici/monopattino (4%) sono considerati i mezzi più sicuri.

#4 E rispetto ai seguenti luoghi qual è secondo te la possibilità di infettarsi?

  • ospedali: 63%

  • palestre: 58%

  • cinema e teatri: 56%

  • centri commerciali: 47%

  • bar/ristoranti: 42%

  • uffici di servizi pubblici: 37%

  • parrucchieri/barbieri/estetisti: 35%

  • negozi: 30%

  • supermarket: 29%

  • lavoro: 27%

  • musei: 26%

  • banca: 24%

  • farmacia: 18%

  • parchi: 12%

#5  Da quando è iniziato il lockdown quali di queste cose ha fatto con più frequenza?

Prendiamo in esame soltanto la prima domanda, quella relativa al prelievo presso l’ATM.

Il 36 per cento ha affermato che la frequenza del prelievo è rimasta la stessa, il 34 per cento ha risposto sostenendo di essere andato di meno a prelevare, il 17 per cento non lo ha più fatto.

#6 In base a ciò che hai visto, letto o sentito quanta fiducia riponi nelle seguenti Istituzioni?

  • sistema sanitario nazionale: 75% si fida / 25% non si fida

  • OMS: 53% si fida / 47% non si fida

  • ospedali: 74% si fida / 26% non si fida

  • governo italiano: 50% si fida / 50% non si fida

  • governatori regione: 53% si fida / 47% non si fida

  • Parlamento europeo: 28% si fida / 72% non si fida

  • BCE: 30% si fida / 70% non si fida

Leggi anche: Sondaggi politici al 27 maggio, risorge la Lega e crolla il PD

[email protected]

Argomenti: ,