Sondaggi politici al 22 ottobre: balzo Pd che si avvicina alla Lega, male il M5S

Sondaggi politici Tecnè: Fratelli d’Italia e Forza Italia stabili, perde qualcosina Italia Viva.

di , pubblicato il
Sondaggi politici elezioni sindaco Roma

I sondaggi politici dell’istituto Tecnè per conto dell’Agenzia Dire vedono protagonista il Partito democratico, in crescita di mezzo punto percentuale rispetto all’ultima rilevazione, con i dem che approfittano del visto calo degli alleati di governo per salire fino al 21,3% e assottigliare ulteriormente la distanza con la Lega Nord, rimasta invariata al 24 per cento netto. Stando dunque ai numeri presentati da Tecnè, il divario tra le prime due forze politiche in Italia è sceso ormai sotto il 3%, facendo così scattare l’allarme tra i vertici del Carroccio, reduci dal voto non proprio entusiasmante delle ultime elezioni regionali. Di seguito i dati.

Le intenzioni di voto secondo l’istituto Tecnè al 22 ottobre

 

– Lega Nord: 24,0% (=)

– Partito democratico: 21,3% (+0,5)

– Fratelli d’Italia: 16,9% (+0,1)

– Movimento 5 Stelle: 14,7% (-0,5)

– Forza Italia: 7,5% (-0,1)

– Italia Viva: 3,2% (-0,2)

– La Sinistra: 3,1% (+0,1)

– Azione: 2,8% (+0,2)

– +Europa: 1,7% (-0,1)

– Verdi: 1,5% (-0,1)

Fratelli d’Italia e Forza Italia stabili, perde qualcosina Italia Viva

Il Centrodestra può comunque guardare con fiducia al futuro potendo contare sui voti provenienti da Fratelli d’Italia, che si conferma al terzo posto davanti al Movimento 5 Stelle e con ormai a un passo il traguardo del 17%. Un’altra nota positiva arriva da Forza Italia, data al 7,5% dall’ultimo sondaggio politico Tecnè, un valore superiore rispetto alla media dei sondaggi realizzati dagli altri istituti ma che non si discosta di tanto dal valore reale del partito di Silvio Berlusconi.

 

Dall’altra parte, Italia Viva conferma la sesta posizione, con una flessione però dello 0,2% che consente sia a Sinistra Italiana che ad Azione di Carlo Calenda di avvicinarsi rispetto a sette giorni fa: in questo momento La Sinistra si trova ad un solo 0,1%, mentre il divario con Azione è inferiore al mezzo punto percentuale.

Chiudono la lista dei partiti in Italia +Europa e Verdi, entrambi sotto il 2% e destinati all’irrilevanza politica con la nuova legge elettorale.

Vedi anche: Sondaggi politici e Covid al 21 ottobre, gli italiani preferiscono Conte e le sue restrizioni

[email protected]

Argomenti: ,