Sondaggi politici al 21 gennaio: Italia Viva affonda, Pd e M5S in recupero

Sondaggi politici Tecnè: la Lega di Matteo Salvini si conferma al primo posto, recupera il PD.

di , pubblicato il
Sondaggi politici al 4 marzo

Erano molto attesi i nuovi sondaggi politici dell’istituto Tecnè di questa settimana, alla luce della crisi di governo in atto e dell’incertezza su cosa succederà dopo il voto al Senato, che ha confermato come Giuseppe Conte possa ora contare soltanto su una maggioranza relativa. Dopo gli sviluppi di ieri sera, con il premier salito al Quirinale per chiedere sostanzialmente tempo al Presidente della Repubblica al fine di trovare una decina di nuovi responsabili che vadano ad aggiungersi all’attuale governo, le ipotesi di dimissioni e di un eventuale Conte ter vanno via via scemando. Ma cosa ne pensano gli italiani? Ecco le percentuali delle intenzioni di voto rese pubbliche dall’istituto di Tecnè per la terza settimana di gennaio.

Le intenzioni di voto elaborate dall’istituto Tecnè al 21 gennaio

  • Lega Nord: 23,2% (-0,2)

  • Partito democratico: 20,2% (+0,2)

  • Fratelli d’Italia: 16,6% (=)

  • Movimento 5 Stelle: 14,3% (+0,2)

  • Forza Italia: 10,4% (-0,1)

  • La Sinistra: 3,4% (+0,3)

  • Azione: 3,2% (+0,1)

  • Italia Viva: 2,2% (-0,6)

  • +Europa: 2,0% (+0,1)

  • Verdi: 1,6% (-0,1)

La Lega si conferma al primo posto

La Lega Nord di Matteo Salvini si conferma al primo posto, con una leggera flessione rispetto al precedente all’ultima rilevazione. In recupero invece il Partito democratico, che guadagna lo 0,2 per cento, rosicchiando così quasi mezzo punto percentuale alla principale forza politica del Centrodestra. Un segnale importante, che viene confermato anche dal Movimento 5 Stelle e da La Sinistra, gli altri due alleati di governo: i 5 Stelle salgono dello 0,2 per cento, mentre La Sinistra stacca Azione e, soprattutto, Italia Viva portandosi al 3,4 per cento, con un rialzo settimanale dello 0,3 per cento.

A uscire con le ossa rotte è proprio la formazione politica di Matteo Renzi, che scivola al 2,2 per cento, avvicinandosi pericolosamente sotto la soglia del 2 per cento.

Il calo (-0,6) è il peggiore rispetto a quello registrato dagli altri partiti politici, ed è emblematico che arrivi proprio in questi giorni, in cui Matteo Renzi ha i riflettori (non soltanto quelli nazionali) puntati addosso.

Nel Centrodestra, detto della leggera flessione in cui è incappata la Lega di Matteo Salvini, Fratelli d’Italia mantiene saldamente la terza posizione confermando in toto la percentuale della settimana scorsa, mentre Forza Italia si mantiene sopra il 10 per cento.

Vedi anche: Sondaggi politici al 20 gennaio, gli italiani ce l’hanno con il responsabile della crisi

[email protected]

Argomenti: ,