Sondaggi politici 9 marzo, clamoroso testa a testa del PD con la Meloni

Uno scontro al vertice avvincente, i sondaggi politici al 9 marzo ci dicono che PD e Fratelli d'Italia sono vicinissimi.

di , pubblicato il
Sondaggi politici

Ebbene sì, si fa davvero avvincente lo scenario al vertice delle preferenze dell’elettorato. I sondaggi politici di oggi, mercoledì 9 marzo, si concentrano sulle analisi di SWG effettuate per conto di La7 e pubblicate ieri sera durante il tg della rete. Ecco cosa si evince dallo studio.

Sondaggi politici 9 marzo, intenzioni di voto

Clamoroso scontro al vertice tra Fratelli d’Italia e PD. Il partito della Meloni torna primo con il 21,5% delle preferenze, ma il Partito Democratico è a un giro di schioppo, solo 0,3 punti percentuali in meno, una situazione che quindi potrebbe essere tranquillamente ribaltata nella prossima settimana. Per quanto riguarda invece l’ultimo gradino del podio, rimane ben salda la Lega con il 17% delle preferenze, decisamente lontana dai due partiti di vertice, ma altrettanto lontana anche dall’inseguitrice più agguerrita, il Movimento 5 Stelle che invece è al 12,6%. Ecco la situazione con tutti i partiti votati dal sondaggio:

FRATELLI D’ITALIA 21,5
PARTITO DEMOCRATICO 21,2
LEGA 17,0
MOVIMENTO 5 STELLE 12,6
FORZA ITALIA 8,1
AZIONE +EUROPA 4,8
MDP ARTICOLO 1 2,4
ITALIA VIVA 2,3
VERDI 2,2
SINISTRA ITALIANA 2,1
ITALEXIT CON PARAGONE 2,0
ALTRE LISTE 3,8

Sondaggi politici, le altre questioni

Non solo partiti e intenzioni di voto in questo studio di SWG per conto di La7. I sondaggi politici si spostano infatti anche su altre questioni. Naturalmente, d’attualità anche la questione del conflitto tra Russia e Ucraina, ecco le domande effettuate agi intervistati che hanno partecipato al sondaggio:

Lei sarebbe molto, abbastanza, poco o per niente d’accordo con la creazione di un unico esercito europeo?

Molto 20
Abbastanza 37
Poco 13
Per niente 14
Non saprei 16

Secondo lei, nelle eventuali trattative con la Russia, sarebbe preferibile che…

L’Unione Europea agisse in modo unitario, in rappresentanza di tutti gli Stati membri 65
Ciascuno Stato dell’Unione agisse indipendentemente, ma confrontandosi con gli altri Stati 16
Ciascuno Stato dell’Unione agisse per proprio conto, in base ai propri obiettivi 8
Non saprei 11

Potrebbe interessarti anche Sondaggi politici al 7 marzo: Pd sempre più forte, male il M5S

Argomenti: ,