Sondaggi politici 6 aprile, vantaggio risicato, il PD a un passo dalla Meloni

PD e Fratelli d'Italia ormai a un passo, ecco la situazione inquadrata dai nuovi sondaggi politici aggiornati al 6 aprile.

di , pubblicato il
Sondaggi politici

Si fa davvero risicato il vantaggio che Fratelli d’Italia continua a vantare sul PD. Facciamo il punto della situazione sui sondaggi politici offerti da Termometro Politico. Oltre alle intenzioni di voto aggiornate al 6 aprile, uno sguardo anche al peso politico all’estero di Draghi, il nostro premier.

Sondaggi politici 6 aprile, le intenzioni di voto

Davvero minimo ora il vantaggio del partito della Meloni sul PD, sono solo 0,3 i punti percentuali che li separano. Al terzo posto segue sempre a debita distanza la Lega, anche se i nuovi sviluppi sull’accordo tra il partito di Salvini e il Cremlino potrebbero far precipitare il gradimento degli italiani nella prossima tornata di sondaggi. Fuori dal podio il PD. Ecco la classifica:

Fratelli d’Italia 21,2%
PD 20,9%
Lega 18,4%
Movimento 5 Stelle 13,2%
Forza Italia 7,7%
Azione/ +Europa 4,3%
Sinistra/MDP/Articolo 1 3,3%
Italia Viva 2,7%
Italexit di Paragone 2,3%
I Verdi 1,7%
Partito Comunista di Rizzo 1,0%

Sondaggi politici, gli altri studi

Come dicevamo, gli altri sondaggi spostano invece la propria attenzione sul premier Mario Draghi e sulla guerra in Ucraina. Ecco quali sono le domande e le risposte degli italiani intervistati:

Le ispira fiducia Mario Draghi come premier?

Sì, molta 18,3%
Sì, abbastanza 27,2%
No, poca 20,7%
No, per nulla 33,2%
Non so 0,6%

Secondo lei in questa crisi ucraina il premier Draghi sta giocando un ruolo da protagonista?

Sì, con lui l’Italia è maggiormente al centro della scena 14,4%
In parte, meno di quanto accada sui temi economici 31,1%
No, non ha uno ruolo, è lasciato ai margini dalle maggiori potenze 52,4%
Non so/non intendo rispondere 2,1%

Se l’Italia fosse attaccata da un Paese straniero secondo lei dovremmo difenderci? Come?

ll governo dovrebbe rispondere militarmente con il solo esercito ed eventualmente con i volontari 32,6%
il governo dovrebbe chiamare alle armi non solo l’esercito ma anche chiunque fosse abile alle armi 29,7%
Credo che sarebbe più adeguata, anche per risparmiare vite umane, una disobbedienza e una resistenza civile 11,1%
Dipende da chi è l’attaccante, potrebbe anche essere un’alternativa accettabile al governo italiano del momento 13,8%
Non so/non intendo rispondere 12,8%

Lei è favorevole all’invio di armi all’Ucraina da parte dell’Italia?

Molto 21,8%
Abbastanza 20,4%
Poco 14,6%
Per nulla 41,5%
Non so/non intendo rispondere 1,7%

Potrebbe interessarti anche Sondaggi elezioni presidenziali in Francia, ecco perché il fronte Macron è in stato di massima allerta

Argomenti: ,