Sondaggi politici 4 gennaio, il grande problema dell’Italia rimane il lavoro

Al vaglio nuovi quesiti, ecco i sondaggi politici aggiornati al 4 gennaio. Cosa pensano gli italiani dei problemi del paese?

di , pubblicato il
Sondaggi politici

Torna l’appuntamento con i sondaggi politici, stavolta però ci concentreremo sulle indagini effettuate da Ipsos per conto del Corriere della Sera in merito ad alcune problematiche che il nostro paese sta vivendo.

Vediamo innanzitutto quindi quali sono le preoccupazioni degli italiani, lo scenario sociale ed economico del paese secondo quelle che sono le urgenze che i nostri connazionali sentono più stingenti.

Sondaggi politici al 4 gennaio

Concentriamoci innanzitutto su quelle che sono le preferenze degli italiani sui partiti politici. Come si è concluso il 2022? Ecco la classifica dei partiti:

  • Fratelli d’Italia: 31,7% (+0,3)
  • Movimento 5 Stelle: 17,6% (+0,1)
  • Partito democratico: 16,3% (-0,9)
  • Lega: 7,8% (+0,5)
  • Azione-Italia Viva: 7,0% (+0,2)
  • Forza Italia: 6,2% (-0,6)
  • Alleanza Verdi-Sinistra-Reti Civiche: 3,8% (-0,4)
  • Italexit: 2,3% (+0,6)
  • +Europa con Emma Bonino: 2,0% (-0,1)
  • Unione Popolare: 1,6% (-0,4)
  • Italia popolare e Sovrana: 1,5% (+0,3)

Detto ciò, vediamo cosa ne pensano gli italiani sulle problematiche vissute negli ultimi tempi dal nostro paese. Alla domanda:

Secondo lei qual e’ il problema più urgente da risolvere oggi in Italia?

Gli italiani individuano tale problema in lavoro ed economia con l’84%.

Una percentuale altissima che ci rende la misura della preoccupazione dei cittadini relativamente a questa problematica sociale.

Le problematiche più sentite dagli italiani

L’analisi degli esperti si spostano poi sulle zone di residenza, andando a sviscerare il sentire sociale nello specifico. Alla domanda

Qual e’ il problema più urgente da risolvere nella sua zona di residenza?

Gli italiani rispondono ancora che lavoro ed economia rappresentano la maggior preoccupazione. Mobilità e infrastrutture sono al secondo posto. Ma come sarà il futuro del paese? Ci saranno miglioramenti o peggioramenti? Se lo è chiesto anche Ipsos che ha rivolto la domanda agli intervistati:

Pensando ai prossimi sei mesi, lei si aspetta che la situazione economica dell’Italia… ?

migliori 26%
peggiori 38%
resti invariata 25%
(non sanno, non indicano) 11%

Si torna a parlare poi di economia, in merito alla situazione complessiva del paese.

Ecco le domande e le risposte:

E pensando invece ai prossimi tre anni, lei si aspetta che la situazione economica dell’Italia… ?

migliorerà 43%
peggiorerà 23%
resterà invariata 16%
(non sanno, non indicano) 18%

Pensando ai prossimi sei mesi, lei si aspetta che la situazione economica sua/della sua famiglia… ?

migliori 24%
peggiori 33%
resti invariata 34%
(non sanno, non indicano) 9%

Interessante il dato in questo caso: da un punto di vista generale del paese, gli italiani pensano in un miglioramento delle condizioni economiche dell’Italia. Per quanto riguarda invece lo specifico della propria famiglia e situazione personale, temono un peggioramento. Un dualismo che offre spunti di riflessione su come gli italiani sentano problematiche insormontabili per la propria condizione, nonostante nutrano un certo ottimismo sui miglioramenti generali del paese.

Argomenti: