Sondaggi elettorali La7 oggi 8 ottobre: crisi Lega e M5S e crescita PD e Italia viva, gli scenari

Prosegue la crisi della Lega, mentre salgono PD e Italia Viva a rafforzare il governo. Gli scenari degli ultimi sondaggi politici elettorali SWG oggi 8 ottobre.

di , pubblicato il
Prosegue la crisi della Lega, mentre salgono PD e Italia Viva a rafforzare il governo. Gli scenari degli ultimi sondaggi politici elettorali SWG oggi 8 ottobre.

Mentre il governo giallo-rosso sta pensando a una manovra di sostegno per le famiglie con 240 euro al mese per ogni figlio, gli ultimi sondaggi politici elettorali del Tg di La7 di oggi 8 ottobre sembrano premiare alcune forze che si trovano nell’esecutivo, mentre prosegue la crisi della Lega che lascia sul campo mezzo punto percentuale. I problemi nella maggioranza non mancano, a partire dal nodo che riguarda il premier Conte e l’incontro tra rappresentanti del governo USA e i nostri servizi segreti: al momento, però, sembra reggere, e le forze che lo appoggiano sembrano essere in buona salute.

In questo articolo analizzeremo gli ultimi sondaggi e cercheremo di capire qual è la configurazione elettorale nel caso si andasse verso il maggioritario puro.

La crisi della Lega: il centrodestra nei sondaggi politici elettorali SWG oggi 8 ottobre

Iniziamo la nostra analisi dei sondaggi elettorali del Tg La7 partendo dal centrodestra. La Lega si conferma di gran lunga il primo partito d’Italia, pur continuando a scendere nelle intenzioni di voto degli italiani: al momento sarebbe al 32,3%, mentre a fine settembre valeva uno 0,5% in più. Anche Fratelli d’Italia si conferma la seconda forza del centrodestra, pur lasciando sul campo uno 0,2% rispetto alle rilevazioni precedenti: il partito di Giorgia Meloni è al 7,1%, confermano comunque un buon trend di consensi. Forza Italia, invece, resta costante al 5%, mentre Cambiamo! di Toti perde un altro 0,1% e si ferma all’1,6%.

La crescita di PD e Italia Viva, calo M5S: il centrosinistra nei sondaggi elettorali Tg La7 oggi 8 ottobre

Passiamo adesso al centrosinistra. Gli ultimi sondaggi politici elettorali SWG confermano uno stato di buona salute per il governo giallo-rosso. Il Partito Democratico si conferma seconda forza politica in Italia con una crescita dello 0,6% e un risultato complessivo del 20,0%. Il M5S, invece, va in contro a una decisa battuta d’arresto con l’1,1% di calo, i pentastellati si fermano al 18,5%. La perdita di consensi nel movimento di Beppe Grillo, viene controbilanciato, oltre che dal PD, anche da Italia Viva di Renzi che segna un +0,7% raggiungendo uno dei suoi massimi da quando è nato, il 5,6%.

Se passiamo alla altre forze di sinistra, troviamo i Verdi al 2,3% con una crescita dello 0,3%; +Europa all’1,8% (+0,2% rispetto alle rilevazioni precedenti); la Sinistra (da intendersi SI e Rifondazione Comunista) al’1,8% con un calo dello 0,1%; LeU, infine, si ferma all’1,5% perdendo uno 0,2%.

Centrodestra contro centrosinistra: gli ultimi sondaggi elettorali e il maggioritario puro

Uno dei problemi che il governo giallo-rosso deve affrontare è quello della legge elettorale: si scontrano due visioni, quella di un ritorno al proporzionale puro, o quella di un approdo definitivo al maggioritario puro, per cui chi ha un voto in più governa. Cosa accadrebbe se oggi si votasse con quest’ultima opzione? Il centrodestra unito sarebbe al 46%, quasi metà dell’elettorato italiano. Il centrosinistra unito con in aggiunta il M5S farebbe segnare il 51,5%, più di metà dell’elettorato. È chiaro che quest’ultima ipotesi vedrebbe unite tutte le sinistra e il M5S, cosa non scontata sulla carta, ma probabilmente necessaria in caso di voto con il maggioritario puro.

Leggete anche: Sondaggi politici Demos al 7 ottobre: male Pd e Lega, record per Fratelli d’Italia.

[email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.