Soft power della Russia, a Report svelato il legame del Cremlino con le destre europee

Nuova inchiesta per report, ecco cos'è il soft power, la strategia che la Russia sta utilizzando per fare proselitismo.

di , pubblicato il
Putin missile Sarmat

Nella puntata di Report andata in onda ieri sera 16 maggio, nuova importante inchiesta sulla guerra in Ucraina. Stavolta ci si concentra sul soft power della Russia, termine coniato per indicare una precisa strategia già attuata da Marine Le Pen in Francia con il Front National. Ecco di cosa si tratta.

Soft Power in Russia, ecco cos’è

Soft power e movimenti di estrema destra, questa la strategia che la Russia sta attuando sulla scorta di ciò che Le Pen ha fatto in Francia. Ma che cos’è il soft power? Ce ne dà una definizione precisa Anton Shekhovtsov, accademico e scrittore ucraino, già noto per i suoi studi e scritti sulla destra radicale europea e in particolare sui suoi collegamenti con la Russia: “Il soft power consiste nell’influenzare un paese al fine di renderlo più favorevole alle proprie posizioni”.

Come dicevamo, in Francia uno degli ultimi casi è quello del rapporto con il Front National di Marine Le Pen. Nell’aprile2014 il Front National riceve il denaro dalla Vernonsia Holding Ltd. la società è propaggine a Cipro della compagnia russa VEB Capital. In altre parole, un braccio finanziario del Cremlino. Insomma, i rapporti tra la destra francese e la Russia non sono un segreto e ormai chiaro a tutti quanto questa strategia sia finalizzata alla propaganda del regime di Putin.

Soft power Russia, le destre estreme

Seguendo i 240 milioni di euro investiti dal Cremlino per foraggiare questa guerra, Report ha scoperto i nodi della rete intessuta da Mosca per avere al suo servizio politici e intellettuali. C’è però ora chi si pone anche un’altra domanda, che a tratti potrebbe essere ancora più inquietante. Ancora non è infatti chiaro il ruolo della Cina in tutto questo.

Come mai i cinesi non stanno utilizzando il loro soft power in questa guerra in Ucraina? C’è chi sostiene siano ancora in attesa dei nuovi sviluppi. Staremo a vedere.

Argomenti: ,