Sigarette elettroniche aumenterebbero il rischio di infezioni, bronchite cronica e lesioni ai polmoni

Una ricerca americana dimostrerebbe che le sigarette elettroniche aumenterebbero il rischio di disfunzione mucociliare per la quale le vie aeree hanno difficoltà a liberarsi dal muco. Le info.

di , pubblicato il
Una ricerca americana dimostrerebbe che le sigarette elettroniche aumenterebbero il rischio di disfunzione mucociliare per la quale le vie aeree hanno difficoltà a liberarsi dal muco. Le info.

Una ricerca americana guidata da scienziati del Centro Medico dell’Università del Kansas in collaborazione con la Scuola di Medicina dell’Università di Miami e del Centro Medico Moun Sinai dimostrerebbe che le sigarette elettroniche aumenterebbero il rischio di disfunzione mucociliare. Quest’ultima è una condizione per la quale le vie aeree hanno difficoltà a liberarsi dal muco.

Ecco i dettagli.

Le sigarette elettroniche e la disfunzione micociliare

I vapori che contengono nicotina all’interno delle sigarette elettroniche possono comportare, come detto, disfunzione mucociliare che è caratterizzata dalla difficoltà delle vie aeree a liberarsi dal muco. Di conseguenza aumenta il rischio di avere una bronchite cronica, quello di infezioni e di lesioni ai polmoni. Tale disfunzione, di solito, si manifesta nei soggetti che fumano tabacco ma anche se sono presenti delle patologie polmonari come la broncopneumopatia, l’asma nonché nei malati di fibrosi cistica.

Il team che ha effettuato la ricerca è stato guidato dal Matthias Salathe che è un docente di Medicina Interna, Medicina Polmonare e Terapia Intensiva presso l’Ateneo di Kansas City. Le conclusioni della ricerca sono nate a seguito di alcune esprimenti condotti su cellule umane in vitro. L’esperimento, poi, è stato fatto anche sulle pecore in quanto queste ultime possiedono una struttura “clearance mucocilliare” uguale alla nostra.

L’esperimento e le cause

Le cellule umane in vitro e le pecore sono state sottoposte a vapori che contenevano nicotina delle e-cig. Da tale esposizione è emerso che i vapori erano in grado di effettuare una modifica della frequenza del battito delle ciglia che trasporta il muco. Inoltre essi hanno reso il muco ancora più viscoso e denso ostacolandone il movimento nelle vie aeree. A causa di ciò si determina la disfunzione mucociliare che espone i bronchi a maggiori lesioni ed anche infezioni.

Il motivo per il quale i vapori delle sigarette elettroniche con nicotina determinano la disfunzione micociliare, secondo lo studio Salathe ed i suoi colleghi, è che essi influenzano in maniera negativa il canale “ionico ankyrin 1 (TRPA1)”. Esso è quello coinvolto direttamente nel processo del clearance ovvero della depurazione delle vie aeree.

Lo svapo ovvero l’azione di utilizzare una sigaretta elettronica, quindi, non è innocuo ma aumenta il rischio che si abbia una bronchite cronica come dichiara l’autore principale della ricerca americana.

Leggete anche: Philip Morris taglia prezzi dei prodotti a tabacco riscaldato, nuova mossa contro ‘sigarette’.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.