Scuola: si prosegue fino al 30 giugno nonostante la Maturità 2021?

Gli studenti non vogliono la scuola fino al 30 giugno secondo il sondaggio Radioimmaginaria. La maturità partirà sempre il 16 giugno e si pensa a un ritorno anticipato a settembre.

di , pubblicato il
Gli studenti non vogliono la scuola fino al 30 giugno secondo il sondaggio Radioimmaginaria. La maturità partirà sempre il 16 giugno e si pensa a un ritorno anticipato a settembre.

Il piano del nuovo ministro dell’Istruzione Bianchi è quello di recuperare il tempo perduto con le lezioni fino al 30 giugno nonostante la Maturità 2021 e il ritorno in classe anticipato a settembre. Gli studenti però non sono d’accordo a restare sui banchi fino alla fine di giugno e dal sondaggio di Radioimmaginaria emerge il 56% del campione intervistato comunica di aver rispettato il programma anche con le lezioni online.

Il sondaggio di Radioimmaginaria: gli studenti non vogliono la scuola fino al 30 giugno

Il sondaggio di Radioimmaginaria in merito all’ipotesi della scuola fino al 30 giugno è stato eseguito su un campione di adolescenti tra gli 11 ed i 17 anni. Ebbene da esso è emerso che il 95% degli intervistati è contrario: il 56% sostiene infatti di aver rispettato il programma e di non aver bisogno di recuperare mentre il 19% ritiene che quest’anno sia stato tra i più stressanti per cui è giusto riposare. Il 12% ritiene infine che un mese in più è inutile per eventuali recuperi.

Scuola: le idee del ministro Bianchi

Il nuovo ministro dell’Istruzione vorrebbe che gli studenti andassero a scuola fino alla fine del mese di giugno. Per Bianchi, infatti, ci sono quelli che hanno bisogno di recuperare metodo di studio e programma e quelli che devono smaltire l’overdose da computer. Le regioni, però, hanno già stilato il calendario di fine anno tra il 5 ed il 16 giugno ma il ministro vorrebbe che fosse prolungato fino al 30 giugno. I dirigenti scolastici non sono contrari a tale idea mentre i professori e gli studenti (come già comunicato) lo sono.

Qualora si decidesse per il prolungamento delle lezioni al 30 giugno non cambierebbe nulla per l’esame di maturità 2021 che partirà sempre il 16 giugno come era già stato fissato.

Il ministro Bianchi ha inoltre comunicato che quest’anno non ci sarà nessuna prova scritta in quanto l’intera prova consterà in un lungo orale su tutte le discipline. I test Invalsi, invece, partiranno il 1° marzo ma non saranno usati per l’esame. Serviranno solo a capire qual è lo stato di preparazione degli allievi. Infine si evince che quest’anno si boccerà per cui sarà importante superare lo scrutinio.

Potrebbe interessarti anche: Scuola: info maturità 2021, lezioni in presenza per tutti e prolungate

[email protected]

Argomenti: ,