Sciopero taxi del 9 luglio, c’è la conferma dei sindacati

Sciopero dei taxi il 9 luglio, i sindacati confermano lo stop.

di , pubblicato il
Sciopero dei taxi il 9 luglio, i sindacati confermano lo stop.

Stop dei taxi indetto per il 9 luglio, lo sciopero è stato confermato da praticamente tutti i sindacati delle auto bianche. I tassisti incroceranno le braccia, decisione presa a seguito dei mancati riscontri governativi nonostante i continui solleciti.

Taxi in sciopero il 9 luglio

Sarà un 9 luglio ancora più bollente per i viaggiatori italiani, lo sciopero dei taxi viene dunque confermato, e la decisione stride con il silenzio di Tonelli che ancora non ha proferito parola in merito alle richieste dei sindacati.

A tal proposito, Ugl taxi, Fit Cisl, Federtaxi Cisal, Tam, Satam, Claai, Faisa Confail taxi, Unimpresa, Associazione Tutela Legale Taxi, Ati taxi, Associazione noleggiatori Anar scrivono una lettera chiedendo il rispetto delle norme al ministro in questione e il ripristino delle regole sancite dalla legge n.21/92.

Ecco la lettera dei sindacati e la comunicazione dello sciopero: “A seguito del recente incontro avvenuto tra rappresentanze sindacali del trasporto pubblico non di linea, Taxi ed Ncc, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il 9 Novembre u.s., alla presenza del sottosegretario On. Michele Dell’Orco, ma soprattutto con l’avvicinarsi del termine temporale di scadenza della proroga relativa all’entrata in vigore della legge n.21/92, così come modificata dall’art. 29 1 quater, assistiamo amareggiati alle continue richieste di alcuni rappresentanti del mondo del noleggio di far slittare nuovamente la data di entrata in vigore di norme che hanno il compito di ripristinare regole, in un settore oramai in uno stato di completo degrado ed abbandono. Oltre dieci anni di vacatio legis, nonché il sopraggiunto utilizzo incontrollato di piattaforme tecnologiche non regolamentate, hanno completamente devastato il settore, favorendo l’abusivismo e fornendo un indebito vantaggio competitivo solo al comparto del noleggio, a totale discapito del mondo dei taxi che, invece, di norme e regole da rispettare, come servizio pubblico, ne ha molte”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,