Sciopero della scuola 26 gennaio 2019: lezioni a rischio, cosa sapere

Un altro sciopero della scuola rischia di mandare in tilt le lezioni degli studenti. Si fermano i docenti e il personale ATA. Info sugli orari e motivi della protesta.

di , pubblicato il
Un altro sciopero della scuola rischia di mandare in tilt le lezioni degli studenti. Si fermano i docenti e il personale ATA. Info sugli orari e motivi della protesta.

Nuovo sciopero della scuola previsto per il 26 gennaio. Tramite una nota (la numero 1045 del 14 gennaio 2019), il Miur ha proclamato la protesta nel comparto scolastico in collaborazione con il sindacato CONF.A.S.I. A fermarsi saranno il personale docente e ATA a tempo sia determinato che indeterminato.

Nuovo sciopero a gennaio, le regole

Scatta il 26 gennaio un nuovo sciopero della scuola per cui a rischio saranno le lezioni degli studenti. Dopo le proteste del 7 e 8 gennaio scorsi, non sembra esserci pace per i docenti e il personale Ata che tornano ad incrociare le braccia durante lo stesso mese.  Come sempre si dovranno rispettare alcune regole e procedure volute dalla normativa vigente; le scuole dovranno informare le famiglie e gli studenti della protesta e tramite SIDI comunicare il numero dei dipendenti aderenti allo sciopero, dei lavoratori dipendenti che sono in servizio, dei dipendenti assenti per motivazioni diverse e l’ammontare delle retribuzioni trattenute.

I motivi della protesta

Lo sciopero della scuola indetto per il 26 gennaio 2019 si è rende necessario per porre l’attenzione su alcuni temi che riguardano il personale in ruolo e quello precario. Tra questi la tutela dei docenti di sostegno, l’aumento degli stipendi, il riconoscimento dello status di lavoro usurante per gli insegnanti di scuola materna

La giornata di sciopero si è resa necessaria per richiamare l’attenzione su alcune questioni importanti che interessano tanto il personale già in ruolo quanto e soprattutto quello precario. Il riferimento è alla riapertura dei corsi abilitanti rivolti ai docenti non abilitati della terza fascia con 36 mesi di servizio, alla tutela dei docenti di sostegno, all’esigenza di aumentare gli stipendi in misura congrua e il riconoscimento dello status di lavoro usurante al quale sono soggetti i docenti della scuola materna.

Gli orari presunti

Sabato 26 gennaio molte lezioni scolastiche potrebbero saltare a causa del nuovo sciopero della scuola. Per sapere con certezza se le lezioni ci saranno o meno bisognerà attendere notizie dalla segreteria, in caso di mancata comunicazione, visto che i professori non sono obbligati a comunicare la propria assenza, sarà possibile chiamare la segreteria per avere notizie. Maggiori dettagli si possono trovare a questa pagina 

Gennaio rimane un mese molto caldo per gli scioperi. Oltre alla scuola, con la terza protesta del mese, a scioperare sono anche i trasporti pubblici locali e nazionali.

Ti potrebbe interessare anche: Sciopero trasporti 16 e 17 gennaio 2019 a Torino e Roma: disagi in vista, cosa sapere

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,