Sciopero 15 marzo, protesta mondiale per il clima con il grido degli studenti

Sciopero mondiale del 15 marzo, gli studenti scendono in piazza per gridare contro i disastri climatici.

di , pubblicato il
Sciopero mondiale del 15 marzo, gli studenti scendono in piazza per gridare contro i disastri climatici.

La giornata del 15 marzo si avvicina, in programma lo sciopero mondiale degli studenti. Il mondo dei giovani futuri si riunisce in una protesta globale contro i sistemi di governo che stanno rovinando il nostro clima e intossicando la natura.

Sciopero 15 marzo, la protesta degli studenti

Venerdì 15 marzo stop in tutto il mondo per gli studenti, niente scuola né università per i giovani, tutti si uniranno alla prostesta radunandosi in piazza per gridare il proprio sdegno nei confronti dei potenti che ancora non hanno preso misure importanti contro i cambiamenti climatici.

Global Strike For Future, così è stato ribattezzato l’evento, arriva sulla lunga scia delle manifestazioni lanciate dalla sedicenne svedese Greta Thunberg, ormai simbolo mondiale di questa protesta. Oltre sessanta paesi per più di 500 città pronte ad accogliere la manifestazione mondiale.

La Thunberg, diventata sempre più popolare non solo in patria, dove è stata eletta donna dell’anno, è ormai una vera e propria eroina per quanto riguarda la sensibilizzazione sui problemi del clima e dell’ambiente. Come lei stessa racconta, a muovere il suo interesse verso questa causa le potenti ondate di calore e dagli incendi che avevano distrutto boschi del suo paese l’estate scorsa.

Greta dal 20 agosto ha deciso di non andare a scuola fino alle elezioni del 9 settembre per chiedere al governo di ridurre le emissioni di gas a effetto serra. La sua protesta è diventata poi un fenomeno mondiale, che raggiungerà probabilmente la sua vetta nello sciopero degli studenti del 15 marzo prossimo. Il fenomeno Greta però è anche social, su Twitter conta 235mila follower mentre la sua pagina Facebook la seguono in oltre 270mila. Ora però dai social bisogna passare ai fatti, e dopo la rivoluzione del 68, il movimento studentesco si prepara ad una nuova grande battaglia culturale.

Potrebbe interessarti anche: Disastro ambientale, strage di api provocata da insetticidi non a norma

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.