Rottamazione cartelle: ecco come presentare domanda online

Come funziona la nuova rottamazione delle cartelle e come presentare domanda online, step per step.

di , pubblicato il
Pagamenti pensioni a febbraio e scadenze fiscali.

La rottamazione delle cartelle diventa realtà. Dallo scorso 20 gennaio, infatti, si può presentare la domanda mediante il sito dell’Agenzia delle Entrate per accedere ai benefici del nuovo provvedimento.

Con quest’ultimo si può richiedere la rottamazione dei debiti sopra i mille euro in riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022 e la domanda va inoltrata in forma telematica entro il 30 aprile. Il vantaggio sarà quello di pagare in forma agevolata in una soluzione unica o al massimo in diciotto rate in cinque anni.

Ma come funziona la rottamazione delle cartelle? Ebbene, la legge di Bilancio ha previsto la possibilità di pagare i debiti in forma agevolata. Significa che si potrà versare solo il contributo del debito residuo senza pagare sanzioni, interessi di mora o l’aggio. Quest’ultimo, per chi non lo sapesse, è il pagamento corrisposto agli agenti di riscossione durante l’attivazione di riscossione dei debiti dei cittadini.

Come funziona

Entra in vigore la rottamazione delle cartelle detta “quater” per quelle nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 30 giugno 2022, compresi i debiti relativi alle precedenti tranche di rottamazione decadute per non aver pagato le rate.

Potranno poi partecipare alla rottamazione anche coloro che ne hanno una in corso d’opera.

Chi vorrà pagare, quindi, potrà farlo in massimo diciotto rate in cinque anni. Le prime due rate, però, saranno di importo pari al 10% delle somme dovute complessivamente e si dovranno versare il prossimo 31 luglio e il 30 novembre.

Le altre, invece, saranno ripartite in quattro anni e si dovranno pagare entro il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre fino al 2024.

La procedura

La domanda per la rottamazione delle cartelle esattoriali si potrà effettuare fino al 30 aprile prossimo e il vantaggio, come detto, sarà quello di pagare solo l’importo del debito e ciò varrà anche per le multe stradali.

Saranno invece da versare le spese a titolo di rimborso per eventuali procedure esecutive e per i diritti di notifica.

Coloro che effettueranno la domanda, poi, entro il 30 giugno di quest’anno riceveranno la comunicazione dell’esito della richiesta nonché quanto dovranno pagare. Inoltre i bollettini di pagamento in base al piano scelto ovvero in un’unica soluzione o a rate.

I vari step per la compilazione della domanda di rottamazione cartelle esattoriali

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che si potrà fare richiesta di adesione mediante l’apposito servizio online al quale accedere collegandosi a tale sito nella sezione riscossione. Sarà un’operazione comoda da eseguire perché non saranno richieste le credenziali di accesso.

Una volta collegati al sito indicato, si dovrà cliccare su “definizione agevolata” dove si troverà il modulo da compilare. Su quest’ultimo andranno inseriti i dati richiesti come quelli dei numeri identificativi delle cartelle/avvisi. Inoltre andrà indicato il numero delle rate e il domicilio al quale poi sarà inviata la comunicazione di quanto si dovrà pagare entro giugno.

Andrà inoltre inserito l’indirizzo e-mail sul quale verrà recapitata la ricevuta di presentazione della domanda e alla domanda andrà allegata anche la documentazione di riconoscimento. Attenzione: dopo l’invio della richiesta arriverà un link da convalidare entro settantadue ore. Se passeranno più di tre giorni, il link non sarà più valido. Se ciò accadrà, la procedura dovrà essere fatta nuovamente.

[email protected]

Argomenti: ,