Rossetti sotto inchiesta, 1 su 3 è cancerogeno

Analisi sui rossetti, secondo Altroconsumo uno su tre è potenzialmente pericoloso.

di , pubblicato il
Analisi sui rossetti, secondo Altroconsumo uno su tre è potenzialmente pericoloso.

Quando si tratta di sicurezza per la nostra salute, allora c’è poco da scherzare e le analisi degli esperti sono sempre bene accette. E’ il caso dei test comparativi effettuati da Altroconsumo sui rossetti, dove si evince che almeno uno su tre è potenzialmente pericoloso.

Rossetti, alcuni sono pericolosi

Sul podio della sicurezza per quanto riguarda i rossetti ci vanno Chanel e Dior, due marche non certo sconosciute, i loro prodotti presi in esame infatti costano 34 e 37 euro. Completa il podio Dr Hauschka con un prodotto 22,50 euro. La sicurezza è davvero fondamentale, tra i cosmetici infatti il rossetto è uno dei più delicati in quanto non solo si applica alla pelle, in questo caso specifico le labbra, ma viene anche facilmente ingerito.

In sintesi, cosa ci dicono queste analisi dunque? I test di laboratorio condotti da Altroconsumo, che ha pubblicato i risultati dell’indagine su InSalute di febbraio 2020, dicono che cinque rossetti su quattordici contengono sostanze potenzialmente pericolose per la salute. Si tratta quindi di 1 su 3. Le sostanze pericolose si chiamano Mosh e Moah.

Sono sostanze potenzialmente cancerogene se ingerite. Ma quali sono i rossetti che presentano tali sostanze nei test di Altroconsumo? Si tratta di quelli venduti nei negozi monomarca Kiko (il prezzo è di 8,99 euro), Mac (19,990 euro) e Nyx (8,90 euro), Too Faced, venduto nella catena di profumerie Sephora a 23,90 euro e Avril che invece costa 6 euro.

Potrebbe interessarti anche Coronavirus: accusato di trasmissione il pangolino e news circolare scuola bambini di ritorno dalla Cina

Argomenti: ,