Riscaldamento globale, ecco 5 cibi che rischiamo di perdere a causa sua

Il riscaldamento globale è un problema anche per gli alimenti, ecco 5 cibi che rischiano di sparire dal pianeto.

di , pubblicato il
riscaldamento globale

Il riscaldamento globale è ormai una piaga che non riusciamo a tenere più sotto controllo, eppure ci stiamo sforzando (più a parole che a fatti) per evitarlo. Purtroppo però anche gli alimenti rischiano di subire terribili mutazioni o addirittura scomparire, proprio come a volte accade come le specie animali. Ecco quindi 5 cibi che rischiamo di perdere a causa del riscaldamento globale.

Riscaldamento globale, i cibi a rischio

Il surriscaldamento globale è un grande problema per il nostro pianeta, a tal proposito ha parlato anche il segregato generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, ecco le sue parole: “Questo pianeta è la nostra unica casa”: È vitale salvaguardare la salubrità dell’atmosfera, la ricchezza e la diversità della vita sulla Terra, i suoi ecosistemi e le sue risorse limitate. Ma non lo stiamo facendo. Chiediamo troppo al nostro pianeta, al fine di mantenere uno stile di vita che non è sostenibile”.

Ci sono cibi che rischiano di scomparire nei prossimi anni o diventare estremamente rari e quindi costosi. Ecco di quali si tratta.

Il cioccolato è uno di questi. Secondo le più fosche previsioni il cacao potrebbe completamente estinguersi nei primi anni della seconda metà del secolo. Si tratta di una pianta molto sensibile alle condizioni climatiche, quindi rischia di estinguersi.

Le banane sono un altro esempio del genere. S secondo uno studio dell’Università di Exter, entro il 2050 dieci paesi tra i maggiori coltivatori di banane potrebbero vedere azzerata la produzione, a causa del brusco alternarsi di forti piogge e periodi di siccità.

Il riso è un altro cibo che rischia grosso a causa del riscaldamento globale. Secondo un rapporto della Fao l’innalzamento dei mari, la crescita delle temperature e le variazioni nelle stagioni delle piogge avranno un impatto terribile su questo cereale.

Il caffè è un altro prodotto soggetto a questo rischio. Uno studio recente parla delle minacce alle qualità più diffuse di caffè, compresa l’Arabica che da sola regge il 60% della produzione globale.

Infine, le patate. Man mano che salgono le temperature, salgono anche le coltivazioni, costringendo i contadini a spostarle più in alto in zone meno calde.

Argomenti: