Rincari spesa al supermercato, mai così cara dal 1995: ecco di quanto è aumentata

La guerra in Ucraina rischia di aggravare la stangata per i consumatori.

di , pubblicato il
Prodotti più cari

Continua l’incubo rincari per le famiglie italiane. Secondo le ultime rilevazioni Istat, a febbraio l’inflazione continua ad accelerare ed è stato raggiunto il picco del +5,7%, un picco che non si registrava dal 1995. A rimetterci sono i beni alimentari, quindi la spesa delle famiglie che diventa sempre più cara.

Rincari spesa al supermercato, l’inflazione costa cara

La causa va addebitata ai prezzi dei beni energetici non regolamentati che contribuiscono alla crescita dopo il boom di gennaio di quelli regolamentati, quindi le tariffe di gas ed energia elettrica. Come sempre accade, c’è un effetto domino che colpisce anche i beni alimentari e quindi il carrello della spesa di oltre il 4%. A salire sono anche i prezzi dei beni per la cura della casa e della persona e quei prodotti ad alta frequenza di acquisto, aumentati fino al +5,4%.

L’’Istat ha chiarito che la corsa all’inflazione è dovuta ai prezzi dei beni energetici, in particolare a quelli della componente non regolamentata, nonchè ai prezzi dei beni alimentari, sia lavorati, sia non lavorati. Senza contare che i prezzi dei beni energetici regolamentati hanno subito un raddoppio a febbraio.

La guerra in Ucraina rischia di aggravare la stangata per i consumatori

Per le famiglie, come sempre, tutto ciò si traduce in una vera e propria stangata come spiega Assoutenti:
“Una vera e propria stangata per i consumatori, che rischia di aggravarsi ulteriormente nelle prossime settimane a causa delle ripercussioni della guerra tra Russia e Ucraina”.
Secondo il presidente Furio Truzzi:

“I prezzi crescono a febbraio del 5,7% determinando una stangata da 1.751 euro annui per la famiglia ‘tipo’.” i numeri, però peggioreranno a causa del conflitto “scoppiato in Ucraina, e che ha portato ad una impennata delle quotazioni delle materie prime, dal grano al petrolio, passando per gas e oro”.

Le prossime settimane, quindi, le famiglie inizieranno a notare prezzi ancora più alti, rispetto ai rincari già visti, un salasso che ormai coinvolge spesa, bollette luce e gas e anche benzina e diesel.

Vedi anche: Rincari carburante, caffè, pane, pasta e verdure: allarme aumenti, ecco perchè si rischia la carestia

Argomenti: ,