'Rincari estate 2021: dal caffè, benzina e pizza tutto costa di più

Rincari estate 2021: dal caffè, benzina e pizza tutto costa di più. Cosa ci aspetta per le vacanze

Quanto si spende in più per andare in vacanza questa estate.

di , pubblicato il
Variante Delta focolai

Le vacanze dell’estate 2021 sono all’insegna dei rincari. Da luglio sono aumentate le bollette di luce e gas ma anche la benzina e il diesel, senza contare gli aumenti segnalati da parte dei cittadini che interessano ristoranti, bar e persino pizza e caffè.

Rincari vacanze estate 2021, cosa cosa di più

La pandemia di Covid 19 ha colpito tutti gli italiani soprattutto a livello economico, tanto che quasi il 40% della popolazione non sa ancora se può partire per le vacanze. In linea generale si parla di almeno 100 euro in più per le ferie a persona rispetto all’estate 2020. Ad aumentare sono stati i prezzi della benzina e diesel, che nelle ultime settimane hanno subito rincari non indifferenti e che ovviamente ricadono sul budget di chi parte, visto che la maggior parte userà l’auto per spostarsi.

Anche i prezzi dei pacchetti vacanza sono aumentati: spesso vengono proposti pacchetti non rimborsabili a prezzi vantaggiosi ma, vista la situazione attuale, in pochi se la sentono di optare per queste scelte. Chi sceglie per quelli rimborsabili si vede spesso aumentare il prezzo in modo significativo.
Anche le tariffe aeree sono aumentate del 15% nonostante anche per questa estate le richieste non siano ai livelli pre-covid, così per gli hotel, che hanno aumentato le tariffe del 9%.

Allo stesso modo costa di più affittare un ombrellone e un lettino in spiaggia , così come cenare al ristorante o fare un aperitivo, soprattutto nelle località più gettonate, dove gli aumenti sono di circa il 20 o 25%. Anche prendere una semplice pizza costa di più, così come un caffè. Basti pensare che in molte località il costo di una tazzina è arrivato a 1,20 euro.

Mentre per un aperitivo dai 10 euro dello scorso anno, si notano aumenti di almeno 2 euro.

Gli aumenti significativi

A livello locale le città dove si sono notati di più i rincari legati alle vacanze sono Lecce, Otranto, Ostuni e Gallipoli in Puglia, dove un primo piatto è arrivato a costare anche 4 euro in più. Anche a Cagliari si spende di più per mangiare al ristorante, mentre a Napoli per un caffè al tavolo si arriva ora a pagare anche 3,450 euro. Aumenti anche per le pizzerie, friggitorie del 20% così come per i parchi a tema e acquatici che hanno rincarato rispetto all’anno scorso. Secondo Federconsumatori una famiglia di 4 persone arriva a spendere 200 euro per andare nei parchi acquatici, in particolare considerando gli extra come il noleggio dei gonfiabili, il caffè o panino a bordo piscina.

Vedi anche: Rincari prezzi benzina e diesel per l’estate 2021: nuovi aumenti record per i carburanti in vista delle vacanze

Argomenti: ,