'Rientro a scuola gennaio 2022 tra posticipi, quarantena, ipotesi Dad

Rientro a scuola gennaio 2022 tra posticipi, quarantena, uso mascherine Fpp2 e ipotesi Dad non vaccinati

Per colpa dell'aumento dei contagi da Covid-19 il rientro a scuola a gennaio 2022 si preannuncia complicato. Tra posticipi, nuove quarantena, uso Fpp2 ed ipotesi Dad non vaccinati.

di , pubblicato il
Scuola piano estate 2022

Il rientro a scuola è previsto tra il 7 ed il 10 gennaio 2022 ma l’ipotesi di rinvio è sul tavolo del Governo. La proposta arriva infatti dalle regioni che chiedono la Dad per i primi giorni di rientro. In questo modo si consentirebbe uno screening per il dopo Natale. Anche Franco Locatelli, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, è per il posticipo del rientro e per il recupero delle lezioni a giugno.

C’è anche una proposta di Dad per i non vaccinati, portata avanti dagli enti locali. Essa è stata però bocciata dall’esecutivo in quanto discriminatoria. Il pericolo del ritorno a scuola, avverte Ilmessaggero, è però quello che arrivino migliaia di certificati di positività. Ecco allora le novità tra posticipi, uso mascherine Fpp2 e quarantena.

Rientro a scuola gennaio 2022: le regioni che posticipano, ipotesi nuove quarantene ed Fpp2

Tra il 7 ed il 10 gennaio 2022 è previsto il rientro a scuola anche se in alcuni territori la data potrebbe slittare per colpa dell’aumento dei contagi. La Campania, il Veneto, il Molise, il Piemonte, la Liguria, la Puglia, la Valle d’Aosta e la provincia di Bolzano, ad esempio, hanno deciso il posticipo della data al 10 gennaio. Nel caso di aumento di contagi generalizzato da Nord a Sud, però, si potrebbero prendere dei nuovi provvedimenti ovunque. De Luca, il presidente della regione Campania, ipotizza per esempio 1 mese di lezioni con didattica a distanza alle scuole elementari per consentire la vaccinazione dei più piccoli.

Sul tavolo del Governo c’è, intanto, anche l’ipotesi di nuove quarantene per le scuole elementari e prima media. Come accade per le altre classi successive, nel caso di 2 studenti positivi in una classe, potrebbe esserci l’autosorveglianza di 5 giorni ed un test dopo 10 giorni per i vaccinati o guariti negli ultimi 3 mesi.

La quarantena di 10 giorni con la Dad (laddove previsto) sarebbe invece per gli studenti non vaccinati. Con 3 contagi, poi, l’Asl dovrebbe valutare se sospendere la didattica in presenza per tutti. Ripetiamo sono solo delle ipotesi che potrebbero arrivare al Consiglio dei Ministri previsto per il prossimo 5 gennaio.
Entro domani, poi, i presidi dovranno far sapere quante mascherine Fpp2 servono, secondo quanto previsto dal Decreto Festività. Queste saranno necessarie per il personale, si legge nel Decreto, “preposto alle attività scolastiche e didattiche nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado“. Quelle “dove sono presenti bambini e alunni esonerati dall’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie“.
Leggi anche: Covid a scuola, cambiano le regole, ora niente Dad se c’è il contagiato in classe
[email protected]

Argomenti: ,