'Ricoveri e terapia intensiva, il quadro generale in Italia

Ricoveri e terapia intensiva, il quadro generale in Italia alla luce del boom di contagi

La situazione ospedalizzazioni in Italia dopo il boom di contagi con la variante Omicron, ecco i ricoverati per regione.

di , pubblicato il
covid

Com’è la situazione in merito alle ospedalizzazioni? Il quadro generale per ricoveri e terapia intensiva in Italia inizia ad essere preoccupante alla luce del boom di contagi che la variante Omicron sta portando in tutto il paese.

Ricoveri, i dati oggi

Trento è la regione che sta soffrendo di più in questo momento. Parliamo infatti già di percentuali alte sia per ricoveri che, soprattutto, per la terapia intensiva, rispettivamente 18% e 26%. La Liguria è l’altra regione che appare sotto sforzo con il 29% di ospedalizzazioni in degenza, mentre il 19% dei posti in terapia intensiva sono già occupati. La situazione comunque è ormai oltre la soglia in tutte le regioni italiane o quasi.

Si fa infatti prima a calcolare quali sono invece le regioni che ancora rientrano in quei parametri stabiliti dal Governo per non mettere in affanno il sistema sanitario, ossia il 15% di ricoveri e il 10% di posti in terapia intensiva. Quali sono le regioni che si stanno mantenendo in questa soglia limite? A non aver superato ancora nessuno dei due parametri per ora ci sono solo poche regioni, vediamo di quali si tratta.

Ricoveri e terapie intensive, le regioni che reggono ancora

La Campania ha il 14% di ricoveri e il 6% di terapia intensiva. Vediamo i dati delle altre regioni ancora salve: Molise 10 e 5%, Sardegna 8 e 6%, Puglia 7 e 5% e infine Basilicata 14 e 1%. Queste le uniche regioni che ancora possono vantare la zona bianca. In generale comunque, il quadro del paese ci dice che a livello nazionale abbiamo già raggiunto il 16% di posti occupati da persone ricoverate e il 13% di posti in terapia intensiva.

Potrebbe interessarti anche Lockdown per non vaccinati e Green Pass rafforzato anche per andare a lavoro da gennaio, quasi realtà

Argomenti: