Richiamo alimentare per nota marca di gelato, ecco di quale si tratta

Gelato ritirato dagli scaffali, richiamo alimentare anche per barretta di cioccolato, ecco di quali prodotti si tratta.

di , pubblicato il
richiamo alimentare

Non solo gelato, anche barrette proteiche nell’occhio del ciclone, o meglio del Ministero della Salute. Richiamo alimentare doppio questa volta, vediamo di quali prodotti si tratta nello specifico.

Richiamo alimentare, il gelato ritirato dagli scaffali

Ancora una volta alcuni prodotti alimentari finiscono sotto la lente d’ingrandimento, e per fortuna che c’è chi sorveglia tali problematiche e ci avverte dei rischi che prodotti con errori possono causarci. La segnalazione arriva da Cadoro, richiamo alimentare per gelato gusto vaniglia a marchio Häagen-Dazs. Il prodotto in questione è venduto in barattoli con la data di scadenza 16/02/2023 (codice EAN 3415581101935). Si tratta di una marca di gelato probabilmente non particolarmente nota ai più, ma che ha invece una sua fetta di mercato anche nel nostro paese. Il lotto è 160223.

Nel documento ufficiale si legge che il motivo del richiamo è la “presunta presenza di ossido di etilene nell’estratto di vaniglia”. Il prodotto è commercializzato da è commercializzato da Eurofood Spa, ma Cadoro invita tutti i clienti che hanno acquistato il prodotto a riconsegnarlo al punto vendita per ricevere il rimborso. Questo dunque è tutto quanto concerne il gelato ritirato dal mercato.

Richiamo alimentare, le barrette proteiche

Passiamo ora al richiamo alimentare disposto proprio dal ministero della Salute. Il ritiro dagli scaffali è a scopo cautelativo a causa della possibile presenza dell’allergene ‘uova’ non dichiarato in etichetta. Il marchio del prodotto è Herbalife Nutrition, ma entriamo più nello specifico. Le barrette richiamate sono vendute in scatole da 490 grammi contenenti 14 pezzi da 35 grammi ciascuno, con il numero di lotto G221666A e il termine minimo di conservazione (Tmc) 23/09/2022. Coloro che sono allergici alle uova devono stare naturalmente alla larga da tale prodotto. Si invitano quindi i possessori del lotto in questione a non consumare il prodotto e riconsegnarlo presso il punto vendita nel quale è stato acquistato per ottenere il rimborso.

Argomenti: ,