Richiami alimentari, uova fresche, polenta e altri alimenti richiamati dal mercato

Nuovi richiami alimentari segnalati sul sito del Ministero della Salute, stavolta tocca a un prodotto a marchio Coop.

di , pubblicato il
richiamo

Si ritorna a parlare di richiami alimentari, stavolta sono diversi i prodotti ritirati dagli scaffali. Facciamo il punto della situazione su uova fresche, polenta rapida Coop e altri prodotti presenti come sempre sul sito del Ministero della Salute.

Richiami alimentari, uova fresche e polenta

Polenta rapida Coop è stata ritirata dal mercato, il prodotto è un marchio Coop, i lotti di produzione sono L21 288 / L21 289, la data di scadenza invece è rispettivamente 15 ottobre e 16 ottobre 2023. Ecco cosa si legge sul documento alla voce motivo del richiamo: “Possibile presenza di corpi estranei all’interno della confezione”. Nelle avvertenze invece si legge che si invitano i clienti che avessero acquistato il prodotto a riportarlo al punto vendita che verrà sostituito con nuovo lotto.

Passiamo ora al prodotto del marchio L’Ovo Fresco del Raparo Ovo, si tratta di uova fresche Cat. A. I lotti sono diversi, quelli ritirati sono dal loro 04.11.21 al lotto 16.11.21. Come data di scadenza viene indicato entro 28 giorni dalla data di ovodeposizione. La confezione richiamata è da 6 uova. Il motivo del richiamo è la Salmonella Typhimurium. Nelle avvertenze si legge che le uova non devono essere consumate, ma dicono essere riportate presso i punti vendita.

Richiami alimentari, carpaccio di pesce

Chiudiamo con un altro prodotto richiamato, stavolta stiamo parlando del Carpaccio di pesce spada affumicato, a marchio Gastronomia Valdarnese. Lotto di produzione 71E31 – 53D31 – 70E31 – 50D31 – 56D31. Date di scadenza rispettivamente 31 ottobre 2021 – 13 novembre 2021 – 30 ottobre 2021 – 10 novembre 2021 – 16 novembre 2021. Confezione da 80 grammi. Il motivo del richiamo: “Ritiro precauzionale per possibile rischio microbiologico da presenza Listeria monocytogenes nella materia prima di origine”. Infine, nelle avvertenze leggiamo “Si invita a non consumare il prodotto e riportarlo presso il punto vendita di acquisto”.

Potrebbe interessarti anche Tampone incastrato nel naso, la pericolosa disavventura di un giovane di Cesena

Argomenti: ,