'Richiamate uova fresche per rischio salmonella

Richiamate uova fresche per rischio salmonella: ecco la marca, il lotto e la data di scadenza

Scatta l'allarme del Ministero della Salute per uova fresche a rischio salmonella. Ecco marca prodotti, lotto e data di scadenza.

di , pubblicato il
richiamate uova fresche

Dopo il pandoro Melegatti, arriva una nuova allerta da parte del Ministero della Salute che richiama uova fresche per rischio salmonella. Ricordiamo che il batterio della salmonella causa la salmonellosi a seguito della quale si hanno infezioni alle vie gastrointestinali. I sintomi sono gli spasmi, la febbre, il vomito e la diarrea ma nei soggetti debilitati possono anche aggravarsi. Per chi non lo sapesse, la salmonellosi si contrae mangiando cibi contaminati come la carne di maiale o le uova. Il batterio, infatti, vive dentro l’intestino dei mammiferi e degli uccelli. Tornando alle uova fresche richiamate, ecco la marca, il lotto e la data di scadenza.

Richiamate uova fresche per rischio salmonella

In data 15 novembre sul sito ufficiale del Ministero della Salute si richiamano le uova fresche categoria A marchio “Allevamento Falco Srl Gino“. Il prodotto è commercializzato da Allevamenti Falco Srl via Fontana Vecchia 15, 81021 Arienzo. Il lotto di produzione p il numero 21-23-24-28-29/11, il marchio di identificazione dello stabilimento IT 061003- IT T8B20CE e la confezione è quella da 6 uova e da 30 uova.
Il secondo avviso riguarda le uova fresche di categoria A sempre marca “Allevamento Falco Srl Gino” commercializzate da Allevamenti Falco Srl via Fontana Vecchia 15, 81021 Arienzo. Il marchio di identificazione dello stabilimento è IT 061003- IT T8B20CE mentre la data di scadenza è 1,5,7,8,10 dicembre 2021. Le confezioni incriminate sono quelle da 6 uova e da 30 mentre il lotto di produzione è il 21-23-24-28-29/11.
Il motivo del richiamo per entrambe le tipologie di uova è il rischio grave per la salute a causa della salmonella enteritidis. Il Ministero della Salute invita quindi i consumatori a non consumare questo prodotto e di riconsegnarlo presso il punta vendita di acquisto.


Leggi anche:  Pasta contaminata e taleggio: scatta l’allerta del Ministero della Salute: ecco marca, lotto e motivo
[email protected]

Argomenti: , ,