'Regole Covid a Natale: cosa dicono Bassetti, Lopalco e Ricciardi

Regole Covid a Natale: cosa dicono Bassetti, Lopalco, Gismondi, Ricciardi, Andreoni e Minelli

In vista del Natale si torna a parlare di regole Covid. Ecco cosa dicono in merito dicono Bassetti, Lopalco, Gismondi, Ricciardi, Andreoni e Minelli.

di , pubblicato il
regole covid natale

Manca meno di 1 mese al Natale e con l’aumento dei casi e dei morti si prospettano feste condizionate dal Covid con regole, restrizioni e misure. In merito al Natale, dicono la loro diversi esperti come Bassetti, Lopalco, Gismondi, Ricciardi, Andreoni e Minelli. Costoro sconsigliano grandi tavolate, baci, abbracci e soprattutto di tenere i bambini lontani dai nonni nonché di fare la terza dose.

Regole Covid a Natale: cosa dicono Bassetti, Lopalco, Gismondi

Pier Luigi Lopalco, epidemiologo ed ex assessore alla Sanità della Puglia, ad Adnkronos comunica che questo Natale 2021 potrà essere più sereno di quello passato. Ma solo se i nonni sono vaccinati così come i loro figli. Aggiunge che sarebbe il massimo anche se i nipotini fossero vaccinati.
Per Matteo Bassetti ciò che si deve fare ora è spingere per le terze dosi agli anziani e recuperare con le prime dosi. Consiglia poi di evitare tavolate con tante persone ed è contrario all’obbligo della mascherina all’aperto. Lo shopping per essere più sicuro dovrebbe essere fatto solo con il Green Pass.
Sempre ad Adnkronos parla anche Maria Rita Gismondo, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano. La virologa sostiene che con il vaccino si è conquistata un po’ di serenità. Bisogna però anche utilizzare la mascherina ed il distanziamento senza però esagerare.

Ricciardi, Andreoni e Minelli: regole Covid a Natale

Massimo Andreoni che è un infettivologo al Policlonico Tor Vergata di Roma è più drastico degli altri. Per lui le feste si potranno trascorrere si con i parenti ma rispettando le regole. Essere tutti vaccinati in famiglia riduce il rischio di infezione ma non la esclude. Quindi bisogna pensare in primis agli anziani e ai fragili magari separando i tavoli dai nipotini e utilizzando la mascherina quando possibile.


Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, ad Adnkronos spiega che al pranzo di Natale se ci sono nipoti si dovrà prestare la massima attenzione ai nonni senza la terza dose. In più non si dovrebbero fare grandi tavolate e si dovrebbe restare nel nucleo familiare.
Il Natale si potrà trascorrere in famiglia per Mauro Minelli, responsabile per il Sud-Italia della Fondazione per la Medicina personalizzata, solo se tutti i membri del nucleo familiare hanno almeno due dosi. Nel caso in cui ci siano under 12 non vaccinati, si dovrebbero evitare per prudenza stretti contatti con le persone anziane. Inoltre comunica che tutte le misure protettive vanno sempre adottate. Dalla mascherina al chiuso ad un numero limitato di commensali a tavola.
Leggi anche:  Regole viaggi all’estero e in Italia a Natale e Capodanno: ecco come si potrà viaggiare e chi chiude le frontiere
[email protected]

Argomenti: ,